domenica 14 febbraio 2016

SIMENON SIMENON A SAN VALENTINO. I DUE CELEBRI INNAMORATI DI SIMENON FANNO GLI AUGURI A TUTTI GLI INNAMORATI


Abbiamo iniziato ieri con la nuova versione di Simenon-Simenon e oggi già siamo alla famosa data di San Valentino, il patrono degli innamorati. Quale miglior modo di celebrarlo e fare gli auguri, ricordando un Maigret, non ancora commissario, e un'allora mademoiselle Louise Léonard, non ancora M.me Maigret, ma al tempo ancora tutti e due giovani e immamorati?
La scena avviene tre mesi dopo che i due si sono conosciuti. Jules allora era segretario del commissario di polizia di Saint-Georges. Qualche tempo dopo diventa agente in uniforme. Era allora un agente magro, che faceva la ronda in bicicletta. Un periodo felice cui il commissario ripensa talvolta durante la sua carriera.
Quanto a M.me Maigret si ricorda bene di quel giorno.
"Erano tre mesi che ci conoscevamo. La settimana prima mi avevi baciato sul pianerottolo e poi mi hai baciato ogni sera nello stesso luogo. Un martedì mi portasti all'Opéra-Comique dove davano la Carmen. Io portavo un vestito di taffetà blu. Potrei dirti addirittura quale profumo avevo messo. Andando a prendere il taxi non mi tenevi, mi porgesti la mano solo per aiutarmi a salire nella vettura. Dopo lo spettacolo, mi hai domandato se non avessi fame. Ci siamo così avviati verso i Grands Boulevards dove c'era la "Taverne Pousset", che oggi è ancora lì. Ho fatto sembrare che stessi per inciampare, a causa dei miei tacchi alti, e ho poggiato la mia mano sul tuo braccio. La mia audacia, mi impressionò talmente che tremavo tutta e tu avesti la buona idea di far finta di nonn accorgerti di nulla. E, lasciando il ristorante ho rifatto lo stesso gesto, il medesimo che da allora faccio ancora oggi. (Les scrupules de Maigret - capitolo 6)
Maigret e M.me Maigret ripensano a quel momento con un misto di emozione e di tenerezza, come d'altronde tutti noi pensiamo con nostalgia alla nostra giovinezza e ai giorni in cui eravamo innamorati
Ebbene... allora facciamo i nostri migliori auguri a tutti gli innamorati, giovani e... meno giovani! (m.t)


LES DEUX CELEBRES AMOUREUX DE SIMENON FONT DES VOEUX A TOUS LES AMOUREUX


14/02/2016 - Hier a été inaugurée la nouvelle version de Simenon-Simenon et aujourd'hui, nous voici au 14 février, date de la Saint-Valentin, le saint patron des amoureux. Alors, quelle meilleure façon y aurait-il de la célébrer, si ce n'est d'évoquer un certain Jules Maigret, pas encore promu commissaire, et une certaine mademoiselle Louise Léonard, pas encore Mme Maigret, tous les deux à la fois jeunes et amoureux…?
La scène se passe trois mois après que Jules ait fait la connaissance de Louise. Jules est alors secrétaire du commissaire de police du quartier Saint-Georges. Quelque temps plus tôt, il fonctionnait encore comme agent en uniforme. Il était alors un jeune agent maigre, qui patrouillait à vélo. Un moment heureux auquel le commissaire repensera parfois au cours de sa carrière.
Quant à Mme Maigret, elle se souvient de ce jour-là:
"Il y avait trois mois que nous nous connaissions. La semaine précédente, tu m'avais embrassée, sur le palier, et, depuis, tu m'embrassais chaque soir au même endroit. Un mardi, tu m'as emmenée à l'Opéra-Comique, où on jouait Carmen, et je portais une robe en taffetas bleu. Je pourrais te dire quel parfum j'avais employé. En allant jusqu'au taxi, tu ne me tenais pas, et tu m'as seulement tendu la main pour m'aider à monter en voiture. Après le théâtre, tu m'as demandé si je n'avais pas faim. Nous nous sommes dirigés vers les Grands Boulevards, où la Taverne Pousset existait encore. J'ai fait semblant de buter à cause de mes hauts talons et j'ai posé la main sur ton bras. Mon audace m'impressionnait tellement que j'en tremblais et, toi, tu as eu la bonne idée de faire semblant de ne t'apercevoir de rien. En quittant le restaurant, j'ai fait le même geste et je fais le même depuis lors." (Les scrupules de Maigret, chapitre 6)
Maigret et Mme Maigret pensent à ce moment-là avec un mélange d'émotion et de tendresse. Comme d'ailleurs nous pensons tous avec nostalgie à notre jeunesse, et aux jours où nous sommes tombés amoureux...
Eh bien ... nous adressons nos meilleurs voeux à tous les jeunes amoureux ... et aux moins jeunes ! (m.w.)


SIMENON’S TWO FAMOUS LOVERS SEND HOLIDAY WISHES TO ALL LOVERS.


14/02/2016 - Yesterday was inaugural day for the new version of Simenon-Simenon, and today is Valentine’s Day for the patron saint of lovers.
So, what better way to celebrate it if not to bring to mind a particular Jules Maigret, not yet elevated to inspector, and a particular Miss Louise Léonard, not yet elevated to Madame Maigret, both of them at once young and in love…?
The action takes place three months after Jules met Louise. Jules was secretary to the police inspector for the Saint-Georges quarter at the time. Just a little before, he was still working in uniform, a thin young policeman patrolling on a bicycle. Chief Inspector Maigret will recall this happy time off and on throughout his career.
As for Madame Maigret, she well remembers that day: “We had known each other for three months. The week before, you kissed me on the landing and, from then on, you kissed me on the same spot every night. One Tuesday, you took me to the Opéra-Comique, where Carmen was playing. I was wearing a blue taffeta dress and I can even tell you which perfume I used. You didn’t hold on to me on the way to the taxi and only offered your hand in helping me into it. After the show, you asked me if I was hungry. We found our way to the Grands Boulevards where the Taverne Pousset was still standing. Pretending to trip because of my high heels, I put my hand on your arm. My boldness affected me so much I was trembling, but you had the bright idea of pretending not to notice anything. I repeated the ploy upon leaving the restaurant and since then continue to do the same.” (Maigret has Scruples, chapter 6.)
Maigret and Madame Maigret think about that time with a mixture of emotion and tenderness. Similarly, we all think with nostalgia about our youth and the days when we fell in love…
Well… we send our best wishes to all young lovers… and to the less young, too! (d.p.s.)

sabato 13 febbraio 2016

SIMENON-SIMENON: LES ANNIVERSAIRES DE SIMENON, DE DÉCENNIE EN DÉCENNIE

Le texte évoque les événements survenus dans la vie de Simenon, à chacun des anniversaires qui marquent une décennie d'existence.

SIMENON-SIMENON: SIMENON'S BIRTHDAY,DECADE AFTER DECADE
The text talks about events occurred in Simenon's life, at each of the birthdays that mark a decade.

SIMENON-SIMENON: I COMPLEANNI DI SIMENON DECENNIO DOPO DECENNIO
Si tratta di eventi della vita di Simenon, in alcuni dei compleanni a distanza di un decennio uno dall'altro.


Ce 13 février marque l'anniversaire de la naissance de Simenon, mais il peut aussi être rappelé pour les autres anniversaires du romancier. Nous nous contenterons ici d'évoquer les anniversaires des décennies, parce qu'ils résonnent, en chacun de nous, d'une façon un peu différente des autres anniversaires, et parce qu'ils marquent un passage symbolique.
Ce 13 février 1913, le petit Georges a 10 ans. Est-il encore enfant de chœur ? On peut l'imaginer, par un jour froid de l'hiver, dans la peau du jeune Justin de la nouvelle Le témoignage de l'enfant de chœur: il vient de quitter la chaleur de son lit, et il se hâte dans les rues froides et mouillées, tandis que sonnent les cloches de la chapelle de l'hôpital de Bavière. A-t-il, lui aussi, envie d'un vélo… ?
13 février 1923: Simenon est à Paris depuis deux mois. Avec qui fête-t-il ses 20 ans ? Peut-être écrit-il une lettre à sa fiancée Régine, restée à Liège ?
13 février 1933: à 30 ans, Simenon est en partance pour un tour d'Europe, qu'il va relater dans une série de reportages. Bien de l'eau a coulé sous les ponts depuis ses vingt ans: il s'est fait les dents avec la "littérature alimentaire", et il est devenu célèbre grâce à Maigret.
13 février 1943: la guerre a passé sur les 40 ans de Georges, et il vient de terminer la rédaction de son "œuvre matricielle", Pedigree.
13 février 1953: le plus beau cadeau que pouvait se souhaiter Simenon pour ses 50 ans, il le recevra dix jours plus tard, avec la naissance de sa fille Marie-Jo…
13 février 1963: il y a eu l'Amérique, il y a eu Denyse. Il y a eu le retour en Europe. Simenon est à nouveau entre deux étapes, entre Echandens et l'installation à Epalinges. C'est peu de dire que son couple est en crise… Quel bilan de vie se fait Simenon à l'arrivée de la soixantaine ?
13 février 1973: pour ses 70 ans, Simenon s'offre un magnétophone, où il va commencer de longues dictées de souvenirs, de pensées sur le temps qu'il fait et qui passe, sur des impressions, des prises de positions, parfois profondes, parfois superficielles, mais dans un intense besoin de continuer à s'exprimer, lui qui a renoncé à écrire depuis le "ratage" de son dernier roman, qui est justement la première chose qu'il va évoquer dans sa dictée inaugurale.
13 février 1983: Simenon fête ses 80 ans. Après avoir écrit ses Mémoires intimes, il vit retiré dans sa petite maison rose, accordant de temps en temps quelques interviews, et se préparant au grand renoncement…
Murielle Wenger

SIMENON SIMENON: PERCHE' RITORNA?


Dopo la doverosa presentazione multilingue di questa nuova versione del blog dedicato a Georges Simenon, vorrei spiegare ai lettori perché dopo una pausa di diversi mesi torniamo on line.
Parlo a titolo personale. Sono una persona cui piace leggere, cui piacciono diversi autori, di generi e di culture diverse. E alcuni di essi mi piacciono come mi piace Simenon. Alcuni di essi mi divertono, altri mi appassionano, alcuni mi incantano... e non faccio mai questioni su chi sia il migliore. Allora perchè questa attrazione speciale per Simenon? Credo che, aldilà del fatto che sia capace di divertirmi, di appassionarmi e di incantarmi, ci sia un legame che si è andato stringendo dopo ogni lettura di un suo romanzo. Ad ogni titolo è come se mi fossi avvicinato di più allo scrittore, come se gradatamente fossi entrato nella sua testa, un po' come lui entrava nella pelle dei suoi personaggi. Sono così partito da un'attrazione che con il tempo è diventata una vicinanza sempre maggiore, finchè sono arrivato a leggere le sue opere, credendo (o illudendomi) di pensare come lui e permettendomi quindi non solo di comprendere, ma addirittura di immergermi completamente nelle vicende da lui narrate.
Lo definirei un rapporto che corre lateralmente a quella strada che di solito unisce lo scrittore e il lettore. E' come se Simenon possedesse una sorta di corsia supplementare che consente al lettore di seguirlo molto da vicino, anche nella creazione di quelle storie in cui poi lo trascina pagina dopo pagina. 
Almeno questo è quello che accade a me.
E questo è il motivo per cui Simenon ha un posto speciale tra i romanzieri che amo, per cui ho scritto dei libri su di lui, organizzato manifestazioni su lui e i suoi personaggi, e per cui dal 2010 mi sono ficcato in questa balzana avventura di un blog quotidiano dedicato a lui. Certo monsieur Georges Simenon mi ha parecchio aiutato con la sua vita davvero intensa, con i quattrocento titoli, molti dei quali hanno lasciato un segno nella letteratura del '900, con gli oltre sessanta film con cui registi diversi e di varie epoche hanno deciso di raccontare le sue storie sullo schermo. E come se non bastasse, mia ha aiutato il fatto che ancora oggi si pubblicano regolarmente le sue opere, si fanno film tratti dai suoi romanzi, ancora oggi Simenon entra con i suoi titoli nelle classifiche dei best-seller.
Sì, tutto questo mi ha aiutato non poco nelle mie fatiche quotidiane. Fatiche che ora saranno meno onerose, grazie ad uno staff che si è andato formando intorno a Simenon-Simenon e che lo renderà (secondo me) sempre più interessante e divertente. A iniziare da Murielle Wenger, specialista di Maigret e non solo, passando per Andrea Franco, storico collaboratore del blog, arrivando a Giancarlo Malagutti che con le sue illustrazioni dà un tocco speciale ai post, a Paolo Secondini, già attivo collaboratore, fino al nostro uomo negli States, David P. Simmons.
Ma soprattutto mi hanno aiutato le visite dei molti appassionati del romanziere che sono stati la vera forza di Simenon-Simenon. 
Ecco perchè la pausa non poteva durare più a lungo. La voglia di ricominciare si è fatta più forte e, grazie agli amici che ho citato, oggi questa voglia è diventata realtà. Chi lo conosceva già, troverà Simenon-Simenon un po' cambiato, i suoi orizzonti  sono ora un po' più ampi e speriamo che gli amici che ci seguiranno siano sempre di più, si appassionino e si divertano sempre di più.

Maurizio Testa

SIMENON SIMENON: THE NEW VERSION 2016



We’re still here. After a break of a few months, Simenon-Simenon is back.
It’s not just resuming; it’s a fresh start for a new version of the daily blog dedicated to novelist Georges Simenon, a blog visited more than a million times since 2010.
In fact, beyond resuming its usual pace, Simenon-Simenon will be publishing posts in French and English as well. International media review will get greater attention, and graphics will be updated.
Thanks to a knowledgeable team of Simenon and Maigret enthusiasts, daily postings will reappear from now on. With foreign correspondents as far away as the USA, the team will cover French- and English-speaking regions in addition to Italian-speaking ones.
Simenon-Simenon renews itself in order to preserve the top position it occupied in Italy during the past years, its undertaking being singular in the blogosphere for its exclusive devotion to Simenon and for its unique daily basis.
Now, the challenge extends to all of Europe and even beyond the continent. We hope followers in past years will continue to follow us in this new form and we want as well to make ourselves known to the numerous Simenon enthusiasts worldwide.
It’s an ambitious challenge… a very ambitious one. In November of 2010, when we launched the concept of a daily blog focusing on a single figure, it was considered unrealistic. Yet, we carried on with it for almost five years… Now, after this few months break, here we are, with a new plan but an experienced group, ready to throw ourselves into this latest challenge. 
And for you, our readers, we want to be more and more interesting… and entertaining (David P.Simmons)

SIMENON SIMENON: LA NOUVELLE VERSION 2016


Nous sommes toujours là. Après une pause de quelques mois, Simenon-Simenon est de retour.
Et ce n'est pas qu'un simple retour. C'est un nouveau départ pour une nouvelle version du blog quotidien dédié au romancier Georges Simenon, blog qui depuis 2010 a reçu plus d'un million de visites.
En effet, dès le 13 février, Simenon-Simenon, en plus de maintenir son rythme quotidien, publiera des billets également en français et en anglais. La revue de presse internationale aura une plus grande importance, et l'apparence graphique sera renouvelée.
Ainsi, la publication quotidienne des billets se fera grâce à une équipe d'experts et de passionnés de l'écrivain et créateur du commissaire Maigret, une équipe qui couvrira également les domaines d'expression francophone et anglophone, avec des correspondants à l'étranger, et jusqu'aux États-Unis.
Simenon-Simenon se renouvelle pour maintenir cette primauté qu'il a occupée au cours des dernières années en Italie, la seule initiative, dans le monde du blog, dédiée exclusivement à Simenon, et la seule qui avait une base quotidienne.
Maintenant, le défi vise l'Europe et même au-delà du continent. Nous espérons que ceux qui nous ont suivis au cours de ces dernières années vont continuer à nous suivre dans cette nouvelle version, et nous souhaitons aussi nous faire connaître aux nombreux passionnés de Simenon dans le monde entier.
C'est un défi ambitieux ... très ambitieux. Quand nous avions lancé, en novembre 2010, l'idée d'un blog quotidien centré sur un seul personnage, cette idée avait été jugée irréaliste... Et pourtant nous l'avons poursuivie pendant près de cinq ans… Maintenant, après cette pause de quelques mois, avec un nouveau projet et un staff chevronné, nous voici prêts à nous lancer dans ce nouveau défi.
Et pour vous, nos lecteurs, nous souhaitons être de plus en plus intéressants ... et divertissants ! (Murielle Wenger)

SIMENON SIMENON: LA NUOVA VERSIONE 2016



Eccoci di nuovo. Dopo una pausa di qualche mese, Simenon-Simenon ritorna.
E non è soltanto un semplice ritorno. E’ una nuova partenza con una rinnovata versione del blog quotidiano dedicato al romanziere Georges Simenon, blog che dal 2010 ha raggiunto e superato il milione di visite.
Dunque dal 13 febbraio Simenon-Simenon, oltre a mantenere la propria cadenza quotidiana, pubblicherà dei post anche in francese e in inglese. La rassegna stampa internazionale avrà maggior importanza e la veste grafica sarà rivisitata.
Così la messa on-line dei post sarà realizzata grazie ad uno staff di esperti e appassionati dello scrittore, creatore del famoso commissario Maigret, un’equipe che coprirà anche le aree francofone e anglofone, con corrispondenti all’estero, fin negli Stati Uniti.
Simenon si rinnova per mantenere il primato che ha conquistato negli anni scorsi in Italia, l‘unica iniziativa sul web dedicata esclusivamente a Simenon e contemporaneamente la sola ad avere una cadenza quotidiana nella pubblicazione dei contenuti.
Ora la sfida si gioca in Europa e non solo.
Speriamo che tutti coloro che ci hanno seguito nel corso degli ultimi anni continuino a seguirci in questa nuova versione, come ci auguriamo d farci conoscere dagli innumerevoli appassionati di Simenon in tutto il mondo.
E’ una sfida ambiziosa… molto ambiziosa. Quando lanciammo, nel novembre del 2010, l’idea di un blog quotidiano esclusivamente centrato su un solo personaggio, questa scelta fu giudicata velleitaria e pretenziosa. E nonostante tutto l’abbiamo portata avanti per quasi cinque anni… Ora dopo un pausa di qualche mese, con un nuovo progetto e uno staff di tutto rispetto, eccoci pronti a lanciarci in questa nuova sfida.
E per voi, cari lettori, ci auguriamo di essere sempre più interessanti e… divertenti! (m.t.)

giovedì 8 ottobre 2015

SIMENON SIMENON. TRAGUARDO: UN MILIONE DI VISITE


Dopo cinque mesi di interruzione della pubblicazione dei post quotidiani, Simenon-Simenon raggiunge oggi il traguardo di un milione di visite. Negli scorsi mesi si sono registrate, a sito fermo, tra le ottomila e le diecimila visite al mese. Fino ai primi di settembre sono stati ricevuti commenti e messaggi dagli utenti. Grazie ai 1600 post, pubblicati nei quasi cinque anni di vita, Simenon-Simenon continua ad attirare l'attenzione di appassionati simenoniani, neofiti, e curiosi. Questo il passato e il presente... Per il futuro si vedrà.

venerdì 29 maggio 2015

SIMENON SIMENON. Perché ha chiuso questo blog quotidiano. Lettera aperta a chi ne era visitatore





martedì 28 aprile 2015

SIMENON SIMENON. PAROLE IN LIBERTA' DI UN ROMANZIERE ORMAI... SAGGIO!

"Volendosi concedere "carta bianca" per il servizio di ricerca, Georges Simenon
ha scelto di parlare in tutta libertà di sé stesso, dei suoi gusti, della sua carriera e dei suoi metodi, ma anche delle sua manie di scrittore. In una delle paiazze che costituiscono per lui, al pari delle boite notturne, un terreno previlegiato per l'osservazione minuziosa  dei comportamenti umani, ripercorre per noi la genesi dei suoi romanzi: partendo da semplici informazioni biografiche, che non manca mai di annotare su una "busta gialla" nello scaramantico ricordo del suo primo romanzo, immagina quali saranno i comportamenti dei suoi personaggi, "povera gente umiliata, alla ricerca di una dignità" nelle situazioni in cui é cacciata costretta ad andare avanti fino alle più estreme conseguenze.
In mezzo agli animali impagliati di un museo, Simenon parla del suo amore per gli animali, poi in un porto dalla passione che aveva avuto da giovane per il mare e la navigazione, che poi traspose nelle leggendarie "chiatte" che costituiscono l'ambiente di diversi suoi romanzi. Nella casa in riva al lago di Lemano, parla dell sua passione per la materie prime, come il cuoio, e il ferro, del suo modo d'impiegare il tempo, minuziosamente regolato e diviso tra la famiglia e la letteratura, del tempo e della repulsione che prova per le persone che gliene fanno perdere.  E finalmente arriva a parlare della vecchiaia, con emozione, della serenità che non ha saputo trovare, di tutte le attività alle quali l'età, ogni giorno, impercettibilmente lo obbliga a rinunciare". Georges Simenon è filmato lungo il lago di Lemano, nelle piazze di Losanna e nella sua casa d'Epalinges. (I.N.A. -22 ottobre 1970 - Banc d'essai - 36' 45")