venerdì 24 aprile 2015

SIMENON SIMENON. SVIZZERA, L'ULTIMA SCELTA DEL ROMANZIERE



1955. Nel mese di aprile Simenon decide di tornare dopo dieci anni di vita negli Stati Uniti, in Europa. E diciamo Europa, perché da una parte aveva ben chiara l'intenzione di non tornare a vivere a Parigi e nemmeno l'idea di ristabilirsi in Francia gli andava granché a genio. Quello che non gli era chiaro affatto era il posto dove si sarebbe sistemato. Anche se, viste le precedenti esperienze la cosa non avrebbe dovuto avere un grande importanza dal momento che traslocare da una casa altra, dopo la scrittura e il sesso sembrava essere l'occupazione che gli portava via più tempo!
Chissà se prese in considerazione l'idea di trasferirsi in Italia, dove per altro a Milano aveva un editore e un amico che lo seguiva fin dagli anni trenta. Certo non si sarebbe installato a Milano, troppo città, troppo cosmopolita, troppo industriale... le sue scelte in fatto di abitazione previlegiavano le piccole cittadine e meglio ancora i dintorni delle piccole cittadine. 
Così appena arrivato in Francia, ai primi di aprile, dopo un breve passaggio a Parigi, si sistemò in Costa Azzura, a Mougins, nella villa dei suoi sogni La Gâtouniére, dove non perse tempo e si mise a scrivere "La boule noir", un romanzo ambientato in America. Poi nel '56 si sposta a Golden Gate, una villa più comoda di quella di Mougins, proprio sulle alture alle spalle di Cannes. Ma anche questa non è destinata a durare. Allora, un po' per curiosità e un po' per quello che gli aveva raccontato il suo amico Charlie Chaplin, inizia a pensare alla Svizzera.
Non è lontana dalla Francia, dove per esempio è il suo editore (Sven Nielsen di Presses de La Cité), ha la fama di essere un paese tranquillo, ordinato, pulito ( in perfetta sintonia con il suo carattere) e non ultimo c'è un cantone in cui si parla francese. Decide così nel '57 di partire alla scoperta del Canton de Vaud che attraversa palmo a palmo a bordo della sua fiammante Mercedes 300 S Cabriolet. In primavera ha percorso molti chilometri, visitato decine di località e alla fine viene sedotto dal castello di Enchandens, una costruzione del XVI secolo, posizionato a circa 20 chilometri da Losanna. Vorrebbe comprarlo, però la dimora non è in vendita, ma Simenon è talmente felice di aver trovato quel posto che è disposto anche ad affittarlo. Forse sente che per una volta quella zona potrebbe essere quella giusta? Simenon ha cinquantaquattro anni ed è nella maturità come romanziere, la critica e il pubblico sono ormai decisamente dalla sua parte e dopo la parentesi americana, sente che si sta aprendo un nuovo capitolo della sua vita. LA Svizzera è la sua scelta.

2 commenti:

  1. Murielle Wenger24 aprile 2015 17:53

    Si la Suisse a peu inspiré Simenon pour les lieux (on trouve quelques rares allusions à la Suisse dans les Maigret, et, à ma connaissance, elles ne sont pas nombreuses non plus dans les romans durs), par contre, elle a été un lieu où l'inspiration lui est venue: en effet, un petit calcul nous dit que 29 Maigret ont été écrits à différents endroits en France, 21 en Amérique et 25 en Suisse; pour les romans durs, on trouve 57 romans écrits en France, 27 en Amérique et 27 en Suisse. Sans compter les textes autobiographiques, dont la majeure partie a été écrite en Suisse. Et sans oublier non plus que la Suisse reste le pays où il a séjourné le plus longtemps, où il a choisi de rester après avoir cessé d'être un "romancier". Sans doute ce pays "paisible" (qui l'est parfois moins que l'on pourrait le penser, et croyez-en mon expérience, puisque j'y habite !) lui a-t-il apporté une certaine stabilité. Je ne sais plus si c'est Assouline ou Carly qui l'écrivait, mais c'est sans doute vrai que la "tranquillité helvétique" devait convenir à ce perpétuel inquiet...
    Sinon, Maurizio, bravo pour la magnifique illustration: elle me plaît beaucoup !

    RispondiElimina
  2. ambientate in svizzera ricordo alcune parti di maigret voyage,di le train de venise e la disparition d'odile

    RispondiElimina

LASCIATE QUI I VOSTRI COMMENTI, LE VOSTRE IMPRESSIONI LE PRECISAZIONI ANCHE LE CRITICHE E I VOSTRI CONTRIBUTI.