martedì 24 febbraio 2015

SIMENON SIMENON. MISTER BEAN INTERPRETA MAIGRET.... ECCO... IL DELITTO E' SERVITO

Siamo alle comiche... "iniziali". La notizia gira già da qualche giorno, ma noi, in tutta onestà, aspettavamo che fosse smentita e che si rivelasse una bufala come frequentemente i media ci propinano.
Certo, la speranza è sempre l'ultima a morire, ma alle prime voci se ne sono aggiunte altre, poi articoli, e poi ancora altri... Insomma la notizia rischia di essere vera e, anche se è una di quelle che non avremmo voluto riportare, adesso invece non la possiamo più ignorare.
Ci sarà un nuovo Maigret televisivo.
E il commissario sarà l'attore Rowan Atkinson, per i più distratti, quell'inglese che ha interpretato sin dal 1990 il personaggio-macchietta di Mr.Bean. Portatori di questa novità sono i britannici Ealing Studios che, almeno a detta loro, produrranno due film televisivi di 120' ciascuno, tratti dalle inchieste del commissario Maigret ambientati a Parigi.
Anche questa ci toccava sentire.
Per carità, non abbiamo nulla di personale contro Rowan Atkinson, che nel suo genere è sicuramente un professionista e che nelle sue esperienze televisive, cinematografiche e addirittura come sceneggiatore, ha sicuramente accumulato un bagaglio non irrilevante proprio nell'ambito di quel humor-inglese-anni-'90-target-familiare. E come professionista ha dimostrato con successo di saperci fare in questo ruolo.
Certo, interpetare Maigret è unaltra cosa.
Chiedetelo al pur bravo Sergio Castellitto: una solida fama di attore di teatro, di cinema, di televisione, una buona (se non ottima) considerazione tra colleghi critici, pubblico, un'esperienza di non breve corso... eppure tutto questo non ha impedito che la sua interpretazione del commissario simenoniano, sia stato uno sfacelo. La serie troncata dopo solo due puntate e un flop tale in cui forse Castellitto non era mai incorso.
Non stiamo nemmeno ad esporre i motivi per i quali, secondo noi, il signor Atkinson non sia adatto (forse addirittura meno di Castellitto) ad intepretare il commissario inventato da Simenon.
Non per essere cattivi fino in fondo, ma crediamo che il risultato, qualora l'operazione andasse a termine, potrebbe essere un involontario effetto "ispettore Clouzot"... un'irresistibile quanto non voluta "parodia" del commissario si profila nella nostra immaginazione...
Vorremmo finire con una notazione. Il nome del signor Atkinson è Rowan che tradotto in italiano è "sorbo", il termine che indica un "piccolo albero coltivato come pianta ornamentale". Che figura farà il piccolo albero, di fronte a quella imponente "quercia" che è il commissario Maigret?     

3 commenti:

  1. Murielle Wenger24 febbraio 2015 10:10

    La nouvelle est tout à fait exacte, puisqu'elle est diffusée sur la propre page facebook de John Simenon, qui est lui-même partie prenante dans le projet. Voir le dernier post qui vient d'être publié sur cette page.
    Cela paraît évidemment comme un nouvelle pour le moins surprenante, mais il faut peut-être laisser sa chance à Atkinson... Certes, on ne peut pas prédire de ce à quoi va ressembler cette nouvelle série, mais "wait and see"... Ce qui est sûr, c'est que le plus dur va être pour Atkinson d'être convaincant physiquement parlant, car il n'a certes pas la carrure de Maigret tel que tant d'entre nous se l'imaginent.. Mais bon, il peut apporter un nouvel et autre éclairage sur le personnage... Après tout, si vous regardez à quoi ressemblait physiquement Rupert Davies, lui non plus n'avait certes pas l'"épaisseur" physique du personnage. N'empêche qu'il a été fort apprécié par Simenon lui-même... Et puis, après tout, Atkinson ne sera que le enième acteur à s'être essayé dans le rôle, et, pour ma part, si Jean Richard (qui, d'ailleurs, en a surpris plus d'un quand il a été choisi à l'époque pour incarner le commissaire: n'oubliez pas qu'il traînait après lui un passé de "comique troupier"; n'empêche qu'il a été pour beaucoup "le" Maigret de référence...), Bruno Crémer et Gino Cervi, voire Jean Gabin, restent les figures de référence, je suis prête à me laisser surprendre par cette nouvelle version anglaise... De toute façon, ce qui compte, c'est de voir comment on va s'y prendre, aujourd'hui dans cette deuxième décennie du 21e siècle, pour donner un nouvel éclairage à ce monde maigretien. Et rien que pour ça, il vaudra la peine de regarder cette nouvelle tentative. Quant à son résultat, qu'il soit excellemment surprenant ou décevant, cela ne changera rien à nos "premières amours" de téléspectateurs devant les anciennes séries que nous avons connues dans nos jeunes années... D'autre part, je pense que la présence de John Simenon dans la production de cette nouvelle série est dans tous les cas une caution de bienfacture... Le moins que l'on puisse dire, en tout cas, c'est que cette nouvelle d'Atkinson reprenant le rôle de Maigret aura créé le buzz dans le monde du web: depuis la publication de la nouvelle il y a quelques jours, les réactions et les commentaires ne manquent pas... Preuve que Maigret - et Simenon - continuent d'être terriblement présents dans le monde d'aujourd'hui... Un sacré exploit pour un personnage créé il y aura bientôt un siècle...

    RispondiElimina
  2. Ricordo che anni fa, proprio all’apice del successo degli sceneggiati RAI di Nero Wolfe, interpretati dal bravissimo Tino Buazzelli, fu proprio l’attore - tra gli altri motivi, ovviamente - a voler interrompere la fortunata serie televisiva, sostenendo che, continuando a calarsi nei panni del corpulento investigatore stoutiano, sarebbe stato poco credibile, in teatro, nei vari ruoli drammatici, tragici, comunque classici, che gli erano congeniali: al pubblico sarebbe parso di vedere Nero Wolfe interpretare un ruolo non suo.
    Perché questo preambolo? Semplicemente per dire che, senza nulla togliere alla grande bravura di Rowan Atkinson, a me sembra, l’attore inglese, poco credibile, a priori, nei panni di Maigret. Troppo diverse le caratteristiche mimiche e recitative di Atkinson per calarsi nei panni del commissario Maigret (che comunque gli starebbero larghi) il quale, oltre appunto alla diversa stazza fisica, ha anche peculiarità caratteriali che Rowan Atkinson non ha o che, comunque, agli spettatori sembrerebbe di non possedere. A me sembra, solo al pensiero che l'ex Mr Bean interpreterà Maigret, una forzatura, un travisamento del personaggio simenoniano. A mio avviso, è inutile dire che quella di Atkinson sarà una interpretazione “sui generis”, cioè tutta sua, particolare, originale del commissario del Quai des Orfèvres. Personalmente, quando guardo un telefilm di Maigret mi aspetto che esso si faccia interprete, scrupolosamente, dello stile espressivo e dello spirito di Simenon, e non che sia una rivisitazione dell’opera e del personaggio dello scrittore belga. Ai “surrogati” preferisco sempre ciò che è naturale.

    RispondiElimina
  3. Non è solo una questione di fisico, come giustamente sostiene Murielle, ma è anche una questione di fisico.Perchè da quello derivano poi altre cose, L'imponenza di Maigret non è casuale da quella derivano altre caratteristiche, alcune delle quali finiscono poi per confluire nell'imponenza che quindi non è solo un elemento fisico. Qui non si tratta della bravura e della profesionalità del signor Atkinson, che nessuno mette in dubbio. Ma un fisico asciutto, nervoso, scattante come il suo ci porta agli antipodi della struttura di Maigret. E la sua faccia? Atkinson ha sviluppato una mimica facciale tale da rendere la sua fisionomia quasi di...gomma! Quanto siamo lontani dal volto impassibile e dallo sguardo spento che il commissario inalbera, soprattutto all'inizio dell'inchiesta, quasi a voler erigere un muro tra lui e gli altri. Non si tratta, lo ripetiamo, della bravura recitativa del signor Atkinson, ma della questione se sia adatto o no a questa interpretazione. Alcuni attori non sono fatti per certe parti, altri no. Ce lo vedete Woody Allen nei panni de "Il Gladiatore" di Russel Crowe? Oppure Arnold Schwarznegger nei panni dello Charlot di Chaplin? Oppure la pur bravissima Tina Pica nei conturbanti abiti della Gilda di Rita Hayworth?
    Poi la sceneggiatura, i dialoghi, la regia, le scenografie, le location, la fotografia, la recitazione degli altri attori potranno essere al top, ma... Ma Atkinson che taglio imprimerà al tutto? Molti attori possono interpretare motli ruoli... ma Maigret non è un ruolo buono per qualsiasi attore...

    RispondiElimina

LASCIATE QUI I VOSTRI COMMENTI, LE VOSTRE IMPRESSIONI LE PRECISAZIONI ANCHE LE CRITICHE E I VOSTRI CONTRIBUTI.