mercoledì 21 marzo 2012

SIMENON, DALLA SUA MATITA A QUELLE DEGLI ALTRI

Caricature e ritratti: in basso a sinistra uno di Maurice de Vlaminck, uno della moglie Régine Rénchon e sempre in basso, tutto a destra, uno di Jean Cocteau



















































































Una manciata di disegni tra i tanti che artisti, caricaturisti e disegnatori del tempo fecero di Georges Simenon. E' singolare che, nello schizzo di Jean Cocteau, Simenon non venga ripreso con la pipa, né in bocca, né in mano. Questa è una caratteristica rara anche e soprattto nei ritratti fotografici. Un'immagine di Simenon senza pipa è un po' una rarità per i colleziositi di foto del romanziere. Comunque cappello, pipa e occhiali anche se appaiono e spariscono restano i tratti esteriori che contraddistinguono Simenon. E se anche questo fosse un modo di caratterizzarsi, di trasmettere ai suoi lettori e non solo un'immagine uguale e ben contraddistinta? Vediamo che i disegni riprendo lo scrittore in varie età, ad esempio il ritratto eseguito dalla moglie Tigy ci visualizza un Simenon molto giovane, nella caricaura di Gibo (in alto al centro) c'é l'immagine di lui in vecchiaia.

1 commento:

Andrea Franco ha detto...

preferisco quello di cocteau