giovedì 17 luglio 2014

SIMENON SIMENON. I NEMICI DEL COMMISSARIO MAIGRET

Il primo nemico di Maigret fu Arthème Fayard. L'editore di Simenon che cercò in tutti i modi, tra la fine degli anni '20 e i primi dei '30, di non far esordire quel commissario nella sua prduzione editoriale. Diciamo che potrebbe essere addirittura accusato di tentato infanticidio, visto che fece di tutto di far soccombere il "neonato" protagonista del romanziere. Ma Simenon si batté come un leone ed ebbe la meglio su Fayard, riuscì a far vivere Jules Maigret, a farlo crescere e a costruirgli una più che invidiabile posizione.
Un'altro nemico importante in ordine di tempo fu, paradossalmente, lo stesso autore che considerava quella dei Maigret una parentesi, una sorta di ponte che lo doveva condurre dalla letteratura popolare su commissione, che aveva costituito la sua prolifica produzione fino a tutti gli anni '20, alla letteratura dei romans-romans. Per cui, terminati i primi diciannove titoli previsti dal contratto con Fayard, pensava di archiviare il personaggio, il genere, e la letteratura seriale per dedicarsi a quella con la "L" maiuscola. Da giugno del 1933 a luglio del 1938, Simenon quindi non scrisse un Maigret per cinque anni, nonostante le preghiere degli editori, prima di Fayard e poi di Gallimard. Simenon può quindi essere accusato di sequestro di persona aggravato dalla lunga detenzione per di più in luogo sconosciuto.
Il terzo nemico di Maigret non ha un volto preciso, o meglio non ha un solo volto. Si tratta di tutti coloro che a partire dai critici ai giornalisti, da alcuni letterati a certi maitre à penser, relegarono le inchieste del commissario Maigret in una sorta di letteratura di evasione e quindi in qualche modo di serie B. Come se scriverlo si fosse trattato di un semplice passatempo non solo per l'autore, ma anche per chi lo leggeva. Questo vuol dire confinare il personaggio in una dimensione che non é la sua, che gli stava (e gli starebbe tutt'ora) davvero stretta e soprattutto significa fare confusione tra alcuni elementi non certo secondari.
E' fin troppo ovvio che, essendo una letteratura di genere e per di più seriale, quella dei Maigret é una letteratura vincolata da paletti molto ben precisi. Ma ad un'analisi un po' più approfondita tra il linguaggio, i temi trattati, il ritmo narrativo, le valenze psicologiche dei personaggi, le atmosfere dei Maigret e quelli dei romans non c'é tutta questa differenza qualitativa. E soprattutto con il passare degli anni le differenze si affievoliscono sempre più. Qui l'accusa é certamente quella di diffamazione reiterata e spesso a mezzo stampa.
Il quarto e utimo nemico che citiamo in questo succinto elenco è Victor. Come si sa, Victor non è mai esistito. Sarebbe dovuto essere il protagonista del romanzo che Simenon si apprestava a scrivere il 20 settembre del 1972 dopo aver terminato a febbraio dello stesso anno Maigret et M. Charles. Una seduta andata a vuoto, poi una seconda, quindi una terza e quindi la decisione di non scrivere più. Simenon ha 69 anni, avrebbe ancora tempo e risorse per scrivere, magari lasciando passare un po' di tempo... magari dedicandosi a Maigret e ritrovando poi pian piano quell'état de romans perduto... chissà? Ma in pochi giorni la decisione è presa. Victor non riesce e lui smette di essere un romanziere, uno scrittore e un autore. Di questa decisione ne fà le spese il povero Maigret le cui inchieste forse avrebbero potuto continuare ad essere scritte ancora per anni. Invece per colpa di Victor, che nemmeno esisteva, e quindi per colpa di un fantasma... di un ectoplasma Maigret muore. Qui non ci sono dubbi l'accusa è di omicidio. Stabilirà la corte se volontario o preterintenzionale...

3 commenti:

  1. Murielle Wenger17 luglio 2014 18:09

    Bravo Maurizio pour ce texte d'approche très originale !

    RispondiElimina
  2. Murielle e Andrea, vi ringrazio davvero per i vostri commenti e per tutto l'aiuto e i suggerimenti che mi date. Geazie davvero.

    Murielle et Andrea je vous remercie vraiment pour votre aide, pour vos commentaires et pour vos suggestions. Merci encore.

    RispondiElimina

LASCIATE QUI I VOSTRI COMMENTI, LE VOSTRE IMPRESSIONI LE PRECISAZIONI ANCHE LE CRITICHE E I VOSTRI CONTRIBUTI.