mercoledì 9 febbraio 2011

SIMENON DOPO IL FIGLIO LETTERARIO... QUELLO VERO!

Siamo nel 1939. Il primo figlio letterario di Simenon, Maigret è nato già da otto anni e sono usciti già una quarantina di titoli tra romanzi e racconti. In quell'anno Tigy, la prima moglie, è incinta e un ancora giovane Simenon (33 anni) decide di farla partorire in Belgio. D'altronde per uno come lui, che da ormai diciassette anni vive in Francia, ma ha sempre rifiutato la cittadinanza francese, è decisamente comprensibile che voglia far nascere il primogento nel suo paese. Così lui e Tigy a novembre si trasferiscono al castello di Tervueren, nei pressi di Bruxelles. Marc, questo è il nome del neonato, nascerà il 19 aprile ad Uccle, località a circa un quarto d'ora dalla capitale.Vogliamo riportare qui i momenti della nascita del primo figlio, così come lo stesso Simenon li racconta nelle sue Mémoires intimes (1980) in cui si rivolge allo stesso Marc.
"A quell'epoca non si permetteva ai mariti di assistere ai parti delle mogli, perché si riteneva che avessero più bisogno di assistenza loro che la puerpera. Ero ancora una recluta, come si dice sotto le armi, ma ho potuto, molto più tardi, salire di grado e assistere, cuffia bianca in testa e camice da chirurgo, alla nascita di uno dei tuoi fratelli e quello di tua sorella. Senza dare fastidio a nessuno. In fondo era molto più angoscioso restare dietro le quinte, anche se lo scenario era un bel prato verde cosparso di margheritine e tulipani.
Finalmente, quando non osavo più guardare l'orologio, Yvonne apparve in cima alla scalinata esterna del padiglione e mi gridò, gioiosa:
"Vieni, presto!"
Non c'era alcun bisogno di affrettarsi, ma mi precipitai verso la camera, urtando le infermiere, e aprii la porta nel momento in cui Yvonne aggiungeva:
"E' un maschio...".(tratto da Memorie intime - pagina 93 - Adelphi 2003 - traduzione di Laura Frausin Guarino)

Nessun commento: