lunedì 13 gennaio 2014

SIMENON SIMENON. I SETTE ENIGMI DI MAIGRET/1 - PIETR LE LETTON

Pietr le Letton - Non c'è mai certezza in merito alla data e al luogo della stesura di questo primo Maigret ufficiale dell'intero corpus: ogni maigrettiano sa che c'è ancora un'incertezza tra la leggenda di una redazione a settembre 1929 a Delfzijl, una storia che Simenon stesso ha più volte accreditato e una stesura comunque tutt'al più parziale durante l'inverno 1929-1930 a Stavoren (è la versione accreditate da Francis Lacassin) e ancora la stesura in aprile e marzo del 1930 a bordo dell'Ostrogoth, attraccata a Morsang (è la versione emersa dalle ricerche di Pierre Deligny e Claude Menguy). Comunque sia, questo romanzo è notoriamente il primo scritto per la serie Fayard. Ma nonostante questo, sarà pubblicato solamente per quinto dall'editore. Perchè? Come si sa, il manoscritto di Pietr le letton proposto a Fayard fu da questo lungamente osteggiato. L'editore non credeva al successo di questo poliziotto atipico, ma alla fine finì per accettare la pubblicazione in feuilleton nell'autunno del 1930. A forza di insistere, Simenon ottenne di poter lanciare la nuova collana ma a due condizioni: l'autore avrebbe douto consgnare una serie di romanzi popolari (sui quali Fayard era sicuro di guadagnare...), ma anche alcuni manoscritti delle inchieste di Magret come scorta. Simenon accetta la sfida: sistemato in estate sulla sua imbarcazione a Mosang, inizia a scrivere completando Le charretier de la Providence e M. Gallet décédé. Poi in
autunno,in una villa di Beuzec-Conq presso Concarneau, finisce Le pendu de Saint-Pholien e tutti i romanzi popolari richiesti (al ritmo di 80 pagine al giorno, per undici gioni di lavoro!). A febbraio del 1931 avviene finalmente il lancio della serie durante il memorabile Bal Anthropomètrique con la presentazione di due titoli: M. Gallet décédé e Le pendu de Saint-Pholien. Sull'onda del successo a marzo esce Le charretier de la Providence e, in aprile, Le chien jaunePietr le letton sarà pubblicato solamente a maggio. Perché attendere la pubblicazione di altri quattro titoli? Perchè non fu lanciato subito con il Bal Anthropométrique?  Fayard voleva essere sicuro del successo e vedere se i romanzi pubblicati in marzo e aprile confermassero questo andamento positivo.
Pietr le letton é stato tirato fuori del cassetto solo per le insistenze di Simenon, affezionato al primo romanzo poliziesco firmato con il suo vero nome (la pubblicazione in feuilleton in effetti già non era stata firmata con il vecchio pseudonimo George Sim)? Murielle Wenger

1 commento:

Andrea Franco ha detto...

la pubblicazione di pietr-le-letton in feuilleton avvenne in 13 puntate tra il luglio e l ottobre 1930.forse perchè ha piu retaggi del romanzo popolare che non le pendu de saint pholien e m gallet decedé.questo,credo almeno,fosse il pensiero di fayard