sabato 3 maggio 2014

SIMENON SIMENON. SIMENON E MAIGRET VINCONO ANCHE NEL BOOK SHARING

 Maigret visto dall'illustratore Giancarlo Malagutti
La notizia è di qualche giorno fa'. L'antefatto è l'introduzione in alcune aziende del book-sharing, che sotto la patina globalizzante del termine inglese, si tratta della semplice istituzione di una biblioteca aziendale dove i dipendenti possono prendere in prestito i libri. Con il concetto già sentito che ... migliorando la qualità dell’ambiente di lavoro, si migliora la qualità del lavoro stesso... (una volta si diceva lo stesso per la musica diffusa in fabbrica), anche se  l'istituzione di questo book-sharing sembra portare benefici non solo al bagaglio culturale dei dipendenti, ma anche alla loro motivazione nel lavoro, che porta infine ad un incremento di fatturato. Almeno questo è quanto racconta Riccardo Vincenti, consigliere delegato Ksb Italia, multinazionale tedesca specializzata nella produzione di pompe e valvole, al Corriere della Sera, dopo aver parlato come riportato sopra del miglioramento delle condizioni dell'ambiente del lavoro. Sugli scaffali della biblioteca di Ksb Italia si trovano un migliaio di volumi con autori di tutti i tipi come Salinger, Hugo, Tolstoj, Garcia Marquez, Andreotti, Falcone, Saviano... eppure chi detiene il record delle richieste è Georges Simenon. Evidentemente anche tra gli addetti in pompe e valvole idrauliche, i roman-dur e i Maigret fanno valere il loro appeal, come capita in diverse altre situazioni.

Nessun commento: