sabato 26 maggio 2012

SIMENON. IL CASO MAIGRET: RAI 5 RISPONDE

Abbiamo un paio di giorni fa' pubblicato un post che si riferiva alle proteste per l'interruzione improvvisa, non motivata (e nemmeno comunicata) da parte del canale Rai 5 sul digitale terreste, delle repliche degli sceneggiati dei Maigret con Gino Cervi. Qualche giorno prima avevamo inviato sia a Rai 5 che all'Ufficio Stampa della Rai una richiesta di chiarimento sull'intera vicenda. 
Ieri sul tardo pomeriggio è arrivata a Simenon-Simenon una mail da parte di Rai 5 che qui riportiamo integralmente.
"Anche noi rispondiamo ai nostri telespettatori infuriati giustamente, questa è la motivazione: abbiamo dovuto sospendere la messa in onda del programma. Ci scusiamo ma i nostri uffici ci hanno informato che devono verificare alcuni dettagli relativi ai diritti con gli eredi Simenon per poter proseguire la serie di Maigret. Speriamo di poterlo mettere in onda il prima possibile. Saluti. Rai 5".
Quindi la questione sarebbero i diritti, o più precisamente alcuni non meglio precisati dettagli sul fronte dei diritti. Ci sembra strano che la Rai, la quale dispone di un corposo ufficio legale, che si occupa in gran parte delle questioni inerenti i diritti (sia quelli acquisiti, sia quelli ceduti), non abbia, prima di inziare le repliche, vagliato tutte le questioni inerenti ai diritti (che, tradotto in parole semplici, vuol dire a una parte dei costi del programma). Allora per chiarire questi nostri (e vostri dubbi) abbiamo consultato un'esperto, cioè uno dei rappresentati degli autori televisivi presso la SIAE (Societa Italiana Autori Editori).
Le ipotesi, ci ha spiegato, potrebbero essere più d'una. Ma quella più probabile è che nel contratto iniziale di cessione dei diritti da Simenon alla Rai per la serie interpretata da Cervi, come succede di consueto, ci fosse un clausola che escludeva i diritti per tutti i nuovi mezzi tecnologici, al momento della stipula del contratto non ancora esistenti e non immaginabili. Supponiamo che il contratto sia stato firmato almeno agli inizi del '64 o anche nel '63 (visto che la prima puntata della serie fu trasmessa a dicembre del '64). Certo allora non si prevedevano quelli che oggi vengono tecnicamente definiti "canali digitali tematici". Questi sono infatti, ai fini dei contratti e del costo dei diritti, considerati diversi dai canali chiamiamoli canonici (Rai Uno, Rai Due e Rai Tre, tanto per intenderci).
Allora è possibile che per questi utlimi l'emittente di Stato abbia un contratto che le permette di usufruire del diritto di replicare gli sceneggiati di Maigret senza limiti di tempo (oppure per un tempo lunghissimo, magari ad oggi non ancora esaurito)). Ma per gli altri canali (Rai 4, Rai 5, Rai Movie, etc...), essendo considerati nuovi mezzi tecnologici, quei diritti non valgono. Se invece l'avessero trasmesso ad esempio su Rai Tre, qualora questa ipotesi dovesse essere valida, non ci sarebbero stati problemi.
Quindi, se così fosse, si sarebbe trattato di una svista o di una leggerezza da parte dell'ufficio legale (o di quello delegato ai diritti).
John Simenon, figlio secondogentio di Georges
D'altra parte sappiamo, e chi ci segue lo ha letto nel post del 14 aprile Simenon. Dove andranno a finire i suoi diritti?, che un figlio di Simenon, John, ha messo in cantiere un progetto con la finanziaria ING Invest di Liegi che mira ad acquisire tutti i diritti cinematografici delle opere simenoniane. Forse l'operazione, di cui non si conoscono ancora tutti i dettagli, potrebbe interessare anche i diritti televisivi e forse in questo caso potrebbe aver creato dei problemi al contratto in essere. Ma questa la consideriamo un'ipotesi da preendere in considerazione, anche se, a nostro avviso, meno probabile.
Insomma, vedremo come si svilupperà la situazione e, state certi, che continueremo a cercare di capire meglio quello che è successo e di darvene tempestivamente notizia. Ringraziamo Rai 5 di averci dato comunque una risposta, anche se sarebbe stato corretto avvertire per tempo i telespettatori che la serie di repliche sarebbe stata sospesa, magari anche utilizando la pagina del sito che Rai 5 ha dedicato a questa programmazione. Altrimenti a cosa serve avere a disposizione un mezzo capace di comunicare in tempo reale come internet?

33 commenti:

  1. Forse se le veriche fossero state fatte PRIMA, ovvero per tempo, i telespetattori della RAI sarebbero stati più contenti.

    RispondiElimina
  2. E' possibile saper se e quando MAIGRET andrà in onda? Grazie

    RispondiElimina
  3. Comunque a rimetterci sono i telespetattori RAI che, per inciso, pagano il canone.

    RispondiElimina
  4. Aridatece Maigret!

    RispondiElimina
  5. Aridatece Cervi - Maigret

    RispondiElimina
  6. Personalmente ho forti dubbi che rivedremo Maigret- Cervi in TV.

    RispondiElimina
  7. Qualcuno poi fa finta di stupirsi che molti telespettatori non pagano il canone.

    RispondiElimina
  8. La RAI verifichi e faccia quel che deve fare ma rimetta in onda MAIGRET !

    RispondiElimina
  9. Un bellisssimo programma e la RAI che fa? Lo elimina.. complimenti vivissimi!

    RispondiElimina
  10. Ritengo, forse sbagliando, che alla RAI i telespettatori, pagando il canone, non interessino più di tanto. Forse questo è uno dei motivi che inducono molti a guardare preferibilmente i canali privati (che fortunatamente sono numerosissimi).

    P.S. Fateci rivedere MAIGRET, ovviamente se non vi costa troppa fatica.

    RispondiElimina
  11. Le verifiche non andrebber fatte per tempo? O è chiedere troppo?

    RispondiElimina
  12. La RAI potrebbe, di grazia, informare i SOI telespetattori quando andrà in onda MAIGRET? Grazie

    RispondiElimina
  13. Speriamo che i diritti vengano acquitati da MEDIASET, almeno potremo vedere MAIGRET.

    RispondiElimina
  14. La RAI deve verificare alcuni "dettagli" ?
    Più che dettagli a me sembrano ICEBERG, e comunque la conclusione cocreta ed oggettiva è che i telespettatori continuano a non poter vedere il grande MAGRET, questo un FATTO il resto chiacchiere. Complimenti alla RAi che se perderà ascolto almeno non si dovrà stupire più di tanto. Saluti

    RispondiElimina
  15. La RAI potrebbe degnarsi di aggiornare i suoi telespetattori sugli sviluppi della vicenda? O forse dobbiamo considerare la NON visione di MAIGRET un fatto definitivo? Mi associo a chi spera che i diritti vengano acquistati da MEDIASET !

    RispondiElimina
  16. MEDIAST facci un regalo: acquista i diritti e metti in onda MAIGRET.

    RispondiElimina
  17. Alla luce di quanto sopra la RAI potrebbe mettere in onda MAIGRET su RAI 3, sicuramente i telespettatori gradirebbero MOLTO, ammesso e non concesso che il gradimento dei SUOI telespettatori alla RAI intersessi.

    RispondiElimina
  18. Speriamo che qualche alto dirigente MESIASET legga quanto sopra ed acquisti i diritti.

    RispondiElimina
  19. BELLIN ERALDO3 giugno 2012 13:50

    le solite scuse fatte da una Rai Carrozzone con uno studio di legali si perde in un bicchiere d'acqua,è una vergogna.
    Non ho mai ammirato le reti private ma in questo caso,,,,,largo al privato

    RispondiElimina
  20. Anche il sottoscritto ha forti dubbi sul poter rivedere MAIGRET trasmesso dalla RAI. Spero di sbagliarmi.

    RispondiElimina
  21. Ni associo a chi spera che MEDIASET acquisti i diritti.

    RispondiElimina
  22. A mio modesto parere alla RAI di RImettere in inda MAIGRET non importa più di tanto.

    RispondiElimina
  23. Anche chi scrive dovrà verificare se continuare a pagare il canone alla RAI. Saluti

    RispondiElimina
  24. E per NON rivere Maigret paghiamo pure il canome. Cara RAI non ho parle, anzi le avrei ma mi astengo per educazione.

    RispondiElimina
  25. Mi associo con chi spera ed auspica che MEDIASET acquisti i diritti.

    RispondiElimina
  26. Le settimqne passano e MAIGRET rimane, per così dire, in cantina. RAI, grazie del "regalo" !

    RispondiElimina
  27. speriamo che MEDIASET acquisti i diritti. RAI sei una grossa delusione DOC!

    RispondiElimina
  28. Il commissario MAIGRET continua ad esser tenuto in naftalina. Complimenti RAI.

    RispondiElimina
  29. Il commissario MAIGRET sempre desaparecido! GRAZIE RAI, dire che sei una DELUSIONE come scrive un precedente commentatore è un palese eufemismo semantico.

    RispondiElimina
  30. Già non avevo molta cosiderazione per la RAI, oggi siamo a quota ZERO! Spero ed auspico pure io che MEDIASET acquisti i diritti dagli eredi Simenon.

    RispondiElimina
  31. RAI che stai facendo? Svegliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa !

    RispondiElimina
  32. Ragionevolmente alla RaI soddisfare i propri telespettatori interessa quanto a me interessa la cotivazione della barbietola da zucchero.

    RispondiElimina
  33. Il problema ragionevolmente è superato: ieri sera Maigret è regolarmente andao in onda su RAI 5.

    RispondiElimina

LASCIATE QUI I VOSTRI COMMENTI, LE VOSTRE IMPRESSIONI LE PRECISAZIONI ANCHE LE CRITICHE E I VOSTRI CONTRIBUTI.