sabato 5 maggio 2012

SIMENON+MAIGRET+CERVI= 111 ANNI PER L'ATTORE ITALIANO

Omaggio a Gino Cervi. Il 3 maggio ricorreva il 111° anniversario della nascita di Gino Cervi, l'indimenticato interprete italiano degli sceneggiati del commissario Maigret prodotti e messi in onda dalla Radio Televisione Italiana tra il 1964 e il 1972.
Per tanti, tantissimi italiani la faccia di Cervi fu un'icona. Entrò nell'immaginario collettivo dei telespettatori in modo così prepotente che Mondadori, allora editore delle opere di Simenon, pubblicò per molti anni i libri delle sue inchieste con le superbe  illustrazioni di Fèrenc Pinter che raffiguravano le fattezze del commissario con i lineamenti dell'autore. Un fenomeno unicamente italiano (vedi Simenon. Si scrive Maigret, ma in Italia si pronuncia Cervi).
Cervi, nonostante sia stato grande attore di teatro, direttore di compagnie drammatiche, interprete di numerosi film, fu così legato al personaggio creato da Simenon che spesso venne identificato con il commissario di Quai des Orfévres, (oltre che alla sua interpretazione cinematografica con Fernandel nella serie "Don Camillo e l'onorevole Peppone" per altro famossisima anche in Francia, dove Cervi interpretava il sanguigno sindaco comunista nell'Italia degli anni '50).
Ma il rapporto Cervi-Maigret era speciale:" ...nella mia lunga carriera non mi sono mai innamorato di un personaggio come questo - scriveva l'attore al giornalista Angelo Gangarossa - Io a Maigret voglio un bene dell'anima. Mi piace tutto di lui, anche quello che mangia e quello che beve. Forse Maigret è un oriundo emiliano..."
Volessimo raccontare la carriera teatrale, radiofonica, cinematografica e televisiva di Gino Cervi non basterebbe un blog come Simenon-Simenon. Ci vorrebbe un... Cervi-Cervi, anche perchè è stato un forsennato della recitazione almeno quanto Simenon lo è stato per la scrittura. Per dare un'idea diremo che tra il '24 e il '73 ha interpretato a teatro oltre 300 commedie, ha girato 120 film, nell'anno 1927 con la compagnia di Annibale Bertone di cui faceva parte partecipò alla messa in scena 50 rappresentazioni e arrivò a provare quattro o cinque commedie contemporaneamente! Insomma i numeri non gli mancano e vogliamo finire con 18 milioni. Sì, tanti furono gli spettatori che seguirono, nel picco d'ascolto, l'ultima serie televisiva dei Maigret nel '72.
Noi di Simenon-Simenon, vogliamo fargli un omaggio molto personale ricordando che nel 2003, scrivemmo un libro per la ElleU Multimedia, Chez Maigret. E' un pastiche letterario che vede insieme Georges Simenon, Jules Maigret e appunto Gino Cervi. I tre si ritrovano a cena a casa del commissario a gustare le prelibatezze preparate da M.me Maigret e poi, per un imprevisto, passano tutta la notte insieme tra Quai des Orfévres, la Brasserie Dauphine e una Parigi notturna. La cena e la nottata sono un pretesto perchè i tre protagonisti si raccontino vicendevolmente le proprie storie, le esperienze vissute e gli intrecci che la professione e la fantasia hanno creato tra loro.
Il nostro saluto e il nostro affettuoso ricordo ad un attore che difficilmente potremo dimenticare, anche (e forse soprattutto) per il suo bellissimo Maigret.

Nessun commento: