lunedì 2 luglio 2012

SIMENON. AUNG SAN SUU KYI: L'UMANITA' DI MAIGRET

Moltissimi hanno seguito il ritiro del "suo" Nobel per la Pace assegnatole nel 1991. Aung San Suu Kyi, come é noto, ha potuto ritirarlo solo oggi, dopo un ventennio, perchè detenuta dal regime birmano per le sue idee democratiche e presto divenuta un simbolo mondiale dell'opposizione al regime dittatoriale del paese asiatico. In occasione del suo viaggio in Europa, il giornalista francese Gilles Bouleau ha ottenuto, qualche giorn fa', per TF1 un'intervista in esclusiva in cui Aung San Suu Kyi ha parlato anche della sua lunga esperienza di detenzione e di come passava il tempo. Ha raccontato di aver perfezionato il suo francese e di averne approfondito la conoscenza anche grazie alla lettura di Simenon. Ha infatti dichiarato "... ho imarato ad amare M. e M.me Maigret..." precisando poi che quello che l'attirava era il fatto che i suoi personaggi sono davvero "molto umani"

1 commento:

Andrea Franco ha detto...

credo siano poche le persone al mondo a non aver mai letto un simenon,ci sono altri scrittori cosi universali?