lunedì 15 luglio 2013

SIMENON SIMENON. BIOGRAFIA ATIPICA: OVVERO COME RACCONTARE OGGI UNA VITA DEL SECOLO SCORSO

Oggi...per iniziare bene la settimana, parliamo un po' di noi! A parte gli scherzi, prendiamo spunto da quello che facciamo quotidianamente per un discorso più generale. Chi segue da un po' Simenon-Simenon avrà qua e là colto alcune sue singolari caratteristiche, per esempio l'asistematicità che gli è tipica, e altri elementi di questa biografia sul web che dura da oltre due anni e mezzo. Biografia atipica non solo per la sua forma, ma anche perché i temi trattati che si riferiscono allo scrittore, sono pubblicati senza un ordine o un criterio omogeneo. A volte è la cronaca che offre lo spunto, a volte un'uscita editoriale, spesso un anniversario, oppure una coincidenza di date... Così, a volte, anche un po' alla rinfusa, ma d'altronde come succede nella vita stessa che ci propone giorno per giorno, mischiandoli, amori, sorprese, nuove concoscenze, delusioni, idee, ricordi...
E d'altronde una biografia che vive una propria vita, che cambia giorno per giorno, che ci accompagna in un percorso quotidiano, non può avere le stesse caratteristiche ordinate, programmate e organizzate come quelle dei contenuti veicolati da libri cartacei o da ebook. Qui è tutto un divenire, un work in progress dove sovente gli stessi avvenimenti o temi analoghi vengono ripresi dopo qualche tempo sotto un taglio diverso o magari a causa di novità che ne cambiano significato e lettura.
E questo non é solo il segno della "pazzia" di chi questo Simenon-Simenon l'ha ideato. O non è solo questo. Senza voler esagerare, potremmo dire che è il segno dei tempi che cambiano. E cambia con loro anche il modo di produrre la cultura e di fruirne. Gli strumenti che le nuove tecnologie ci forniscono, a nostro avviso, non possono essere ignorati. Sono un'evoluzione e offrono possibilità prima impensate. Da carta e penna, passando per la macchina da scrivere, per le macchine elettriche, arrivando ai computer e infine ad internet, nel 2010 quando abbiamo iniziato quest'avventura, ci sentivamo in qualche modo obbligati a non scrivere l'ennesima biografia su carta e in digitale. Ecco quindi nascere questo blog (e forse ormai anche la definizione di "blog" sta un po' stretta a Simenon-Simenon), dove oltre ai post, quotidiani, oltre all'interattività con i lettori che intervengono con i loro commenti ma anche con veri e propri post, ci sono filmati, classifiche dei post e dei commenti più letti, c'è una rassegna stampa internazionale quasi quotidiana (nel mondo dei media si parla molto di Simenon), motori di ricerca per trovare l'argomento che interessa... Insomma una formula diremmo obbligata, se vogliamo essere al passo dei tempi come lo era Simenon. Ricordiamo qui solo alcune delle sue idee-novità: le prime copertine interamente fotografiche (quelle per i Maigret), il lancio mediatico del commissario che avvenne al di fuori dei canoni tradizionali e con metodi che oggi sarebbero chiamati "marketing strategico", la cadenza quasi da rivista mensile (soprattutto per i primi Maigret, quelli di Fayard), e poi comunque un'appuntamento quasi regolare con i propri lettori alternando romanzi e Maigret. Insomma un modo del tutto innovativo di fare il romanziere. E siamo sicuri che se fosse oggi, nel 2013, ancora seduto a scrivere, lo farebbe sul computer, su internet, studiando la psicologia delle persone attraverso i messaggi, le foto, gli amici e gli sfoghi che ogni giorno si accavallano sui social-network. 

Nessun commento: