sabato 1 marzo 2014

SIMENON SIMENON. IL ROMANZIERE SCRIVE E MAIGRET ASPETTA LA PRIMAVERA



Cosa ha rappresentato il mese di marzo nella vita personale e professionale di Simenon? Oggi è primo marzo ed é un buon giorno per chiederselo. Vi proponiamo una scelta, scaturita da una ricerca di Murielle Wenger, di date ordinate cronologicamente per anno, (seguendo quelle di Michel Carly nel suo "Simenon, une vie, une œuvre", nel volume 27 dell'edizone Omnibus).

• 24 marzo 1923: matrimonio a Liège di Georges Simenon e Régine Renchon; il giorno dopo Georges porterà la sua sposa a Parigi
 

• 1 marzo 1930: dubutto della pubblicazione nell'Œuvre del romanzo La Maison de l'inquiétude, il quarto "prequel" di Maigret ad essere stato scritto, ma il primo ad essere stato pubblicato

• Marzo 1931: stesura de Le chien jaune e, ancora sull'onda del Bal Anthropométrique, pubblicazione del terzo Maigret, Le charretier de la Providence
 

• Marzo 1932: Simenon scrive Le fou de Bergerac

• Marzo 1936: scrittura di Chemin sans issue

• 3 marzo1943: completata la stesura de L'inspecteur Cadavre

• 7 marzo 1946: il romanziere termina Maigret à New York

• 13 marzo/21 marzo 1951: redazione di Une vie comme neuve

• 11 marzo 1952: la famiglia Simenon s'imbarca a New York per un "tour triomphal" (come lo definisce Michel Carly) in Europa 


• 20/27 mars 1953: scrittura di Maigret a peur

•16/24 marzo 1954: stesura de L'horloger d'Everton

• 18 marzo 1955: partenza da Lakeville per il ritorno definitivo in Europa

• 4 marzo 1956: Simenon finisce di scrivere Un échec de Maigret

• 8/5 mars 1960: scrittura de L'Ours en peluche

• 18/25 marzo 1961: stesura de Le Train

• 20/30 mars 1962: Simenon é a Londra, presiede al ballo annuale dei fabbricanti di pipe 


• 9 mars 1965: finisce di scrivere La patience de Maigret

• Mars 1967: debutto della pubblicazione delle "Œuvres complètes" per i tipi di Rencontre

• 11/17 marzo 1971: scrittura de La Cage de verre

• 1 marzo 1976: Simenon detta (per A l'abri de notre arbre): " Ho donato all'Uniersità di Liegi, mia città natale, tutti i miei manoscritti, tutti i libri pubblicati in ogni lingua siano stati tradotti, i miei dictées, delle opere scritte su di me e delle critiche più o meno importanti. Insomma inizio a fare pulizia. Viva la libertà!"


• 31 marzo 1982: uscita del film L'Etoile du Nord, di Pierre Granier-Deferre, con Simone Signoret e Philippe Noiret



**************

Dopo l'autore, tocca al personaggio... Ci si può divertire a fare un elenco delle inchieste cui il commissario si dedica nel mese di marzo; qui di seguito, questi romanzi e un breve estratto (presi in considerazione solo i romanzi per i quali il mese di marzo è chiaramente esplicitato):


- Le fou de Bergerac: "... un mese di marzo che è come un primo assaggio di primavera, con un sole chiaro, pungente, già tiepido..."

- Liberty bar: "Nonostante si fosse solo a marzo, la pelle era umidiccia, con un odore d'estate..."

- L'amie de madame Maigret: "Erano poco più delle dieci di mattino, un mattino di marzo. L'aria era viva, con, su Parigi, un sole scintillante..."
 

- Maigret et la jeune morte: "Era marzo. L'aria era piuttosto dolce..."


- Maigret et le corps sans tête: " Era il 23 marzo. La primavera era ufficialmente iniziata due giorni prima e, cosa che non si può dire tutti gli anni, si sentiva nell'aria, a tal punto che azzardò ad uscire senza cappotto...".

- Un échec de Maigret: "non si era mai visto un mese di marzo così umido, così freddo e tanto lugubre...".

- Maigret et le clochard: " Nonostante si fosse già al 25 marzo, era la prima vera giornata di primavera, tanto più limpida perchè durante la notte c'era stato un ultimo acquazzone accompagnato da lontani brontolii di tuoni...Per la prima volta in quell'anno, Maigret lasciò il cappotto nell'armadio del suo ufficio e, di tanto in tanto, la brezza gonfiava la sua giacca sbottonata...".


- Le voleur de Maigret: "Janvier indossava un completo chiaro che Maigret non gli aveva mai visto. Anche lui festeggiava la primavera un po' in anticipo, dato che non era che il 15 marzo...".

- Maigret hésite: "C'era stata, il giorno prima, una domenica, grigia e ventosa, con dei rovesci di pioggia fredda che ricordavano l'inverno e improvvisamente, nonostate fosse solo il 4 marzo, ci si stava risvegliando alla primavera. Certo il sole era ancora un po' freddo, il blu del cielo fragile, ma c'era della gioia nell'aria...".

- Maigret et le tueur: "Tutto ad un tratto apparve il sole. C'era da credere che la primavera stesse andando al suo appuntamento del 21 marzo..."

- Maigret et monsieur Charles: "Maigret giocava sotto un raggio di sole di marzo, ancora un po' fragile. Non giocava con dei cubi, come da bambino, ma con le pipe...".

Murielle Wenger

Nessun commento: