martedì 4 marzo 2014

SIMENON SIMENON. HANNO DETTO SUL MAIGRET TELEVISIVO: CERVI O CRÉMER?



Qui di seguito vi riportiamo una decina di opinioni sul tema di "Maigret: Cervi o Crémer" che avevamo buttato sul tavolo qualche giorno fa' in merito alla ripresa su LA7 della serie francese sul commissario simenoniano. Abbiamo scelto i commenti meno sintetici, di lettori, appassionati, studiosi maigrettologi, scrittori... Le abbiamo raggruppate per dar conto delle varie poiszioni, anche di non italiani che ovviamante non sono Cervi-dipendenti...! In corsivo poi qualche commento di Simenon-Simenon


Cinzia Ciampolini - Vista anni fa. E mi piace. Anche se Crémer non è precisamente il Maigret che preferisco (Gino Cervi mi ha troppo condizionata?)... Però è un uomo che mi piaceva così tanto che gli perdono tutto...
Non sono proprio vent'anni. In Italia è arrivata per la prima volta su Rai 3 nel '95 (in Francia la "prima" andò in onda nel '91)




 



Giulio Leoni - Cremer è bravo, ma a tratti sembra narcolettico. Anche nei romanzi Maigret è così flemmatico?
• Beh, la flemma c'è nel personaggio... anche un po' di pigrizia e poi quel muoversi lento dovuto al fatto che è un uomo massiccio fà parte delle sue caratteristiche. Anche altri affermano che Crémer sia addirittura troppo flemmatico... 


 



Antonio Di Grado - Poco. Non c'è "atmosfera".
Anche qui, il paragone con Cervi deve tener conto dei tempi. Nel '64 Cervi (e Landi) portano una recitazione e una atmosfera molto "teatrale". Con Crémer siamo già nell'epoca della televisione-televisione... Meno atmosfera rispetto ai romanzi di Simenon? Forse questo vale per qualsiasi Maigret dello schermo televisivo.




Ivan Cipressi - Ero uno di quei 514.000 spettatori. Mi dispiace se non saremo ritenuti abbastanza numerosi per far proseguire la serie. Si tratta di buona televisione: ben recitata (Cremer, Lonsdale), ben diretta (Goretta). E' un grande Maigret, quello di Cremer? A un primo sguardo direi di no. Corretto, interessante, ma non grande. E non credo sia solo per affetto verso Gino Cervi, per una sorta di imprinting. E' che, leggendolo e rileggendolo, guardandolo e riguardandolo, il Maigret di Simenon e quello di Cervi hanno davvero molto in comune. Umanità, solidità, un'aria da funzionario statale, empatia, scatti d'ira quando la turpitudine raggiunge il colmo. Il Maigret di Crémer sa toccare tutte queste corde? Sarei lieto di poterlo scoprire.
Si ripropone l'eterno paragone con il Maigret-Cervi... forse la lontananza lo ha  reso "cult" e quindi intoccabile? 



Massimo Pietroselli - Il Maigret perfetto, da un punto di vista filologico, forse è Gabin.
• Eppure, nonostante l'amicizia personale di Simenon con l'attore e la stima per la sua bravura, qualcuno dice che lo scrittore si sia a suo tempo lamentato per una certa aria un po' troppo "americana" di Gabin... voci non riscontrabili...





 


Alberto Minnella - Il Maigret di Crémer ha grossisimi problemi di sceneggiatura. Crémer in sé non mi dispiace, ma manca il ritmo e quell'atmosfera "nasty" del giallo.
• Anche negli sceneggiati di Maigret-Cervi il ritmo è quello teatrale del tempo e non quello televisivo cui siamo abituati oggi. Ma qui forse la critica è alla sceneggiatura che pure ha visto impegnati per diversi episodi alcuni dei registi (come Pierre-Granier-Deferre e Claude Goretta).  


Murielle Wenger - Occore dare l'opportunità alla serie con Crémer di dimostrare che è ben fatta. Crémer ha saputo costruire il suo Maigret sulla distanza ed è alla fine della serie che ci si potrà rendere conto quanto si avvicini al commissario. Perché non tentare la scommessa di trasmettere comunque tutta la serie? Dopotutto 54 episodi possono occupare un periodo relativamente contenuto... Sarebbe interessante ritorvare le cifre dell'audience di quando fu trasmesso il primo episodio con Cervi. E' sicuro che il successo fu così grande fin dal primo episodio o che anche in quel caso è stato raggiunto con il tempo?
• Ecco i dati. 
1° ciclo- Ascolto medio: 13.450.000 spettatori - Indice di gradimento: 83 
2° ciclo- Ascolto medio: 13.900.000 spettatori - Indice di gradimento:76
3° ciclo- Ascolto medio: 14.000.000 spettatori - Indice di gradimento: 76
4° ciclo- Ascolto medio: 18.500.000 spettatori - Indice di gradimento: 82 

Andrea Franco - Speriamo provino ancora qualche settimana prima di "tagliarlo"... certo la collocazione al sabato è abbastanza strana - Crémer direi che non è un Maigret qualunque, ha riscosso un successo internazionale...
• La collocazione del sabato in prima serata, a nostro avviso, è stata un po' azzardata visto che si tratta di una serie che è gia passata sulla Rai e su Mediaset e non solo. Forse una fascia pomeridiana o una seconda serata (anche mantenendo il sabato) sarebbe stata più adeguata.

Nicoletta della Corte - Purtroppo non l'ho visto. Ma Cervi e Gabin non si battono... entrambi del segno del toro, cui immagino appartenga lo stesso Maigret...
• Cara Nicoletta, saranno in molti a concordare con le tue preferenza. Ma se non l'hai mai visto, ti consigliamo di seguire  due/tre puntate, anche solo per capire come i francesi vedono la trasposizione sul piccolo schermo del personaggio francese di un commissario ideato e scritto da Simenon un belga naturalizzato francese...! Non sappiamo se Maigret sia del segno zodiacale "Toro"... se qualcuno lo sa, si faccia avanti... (Murielle?)     

Anonimo - Ricordo quando sei/sette anni fa TMC (cioè l'antesignana LA7) trasmetteva questi episodi, nel medesimo giorno e alla stessa ora, quindi hanno, o dovrebbero avere, un'idea delle potenzialità della serie. A LA7 sono abbastanza "eccentrici" per fare poi qualunque cosa...
• Caro Anonimo, non ci risulta che TeleMonteCarlo abbia mai trasmesso la serie di Maigret con Crémer. Che noi sappiamo fu tramessa nel '95 su Rai 3 (poi con una replica su Raisat Premium), nel 2003 su Rete 4 e nel 2007 anche da Fox Crime... ma se hai dati certi su TMC, faccelo sapere.

4 commenti:

  1. Murielle Wenger4 marzo 2014 14:37

    C'est déjà difficile de fixer l'année de la date de naissance de Maigret (voir http://jy.depoix.free.fr/datnais.htm), mais le mois, alors là... ! Rien dans les textes (que ce soit Les Mémoires de Maigret ou d'autres) ne nous donne un indice. Peut-être pourrait-on admettre comme "date de naissance" le mois de septembre, puisque c'est ce mois-là que Simenon a défini comme celui de la naissance de son personnage, alors qu'il était à Delfzijl (même si l'on sait que cette naissance est déjà elle-même sujette à discussion)... si Maigret est "né" en septembre, alors son signe astrologique serait la Vierge, voire éventuellement la Balance... Un sujet à creuser... et peut-être pourrait-on trouver une autre piste, mais ça va être dur...
    A part ça, Maurizio, tu as mis la photo d'une très jolie dame à côté de mon nom dans ton post: c'est sympa et flatteur, mais malheureusement je suis loin d'avoir le sex-appeal de cette jolie blonde, à qui je ne ressemble pas vraiment :-) !!

    RispondiElimina
  2. per stasera c è ancora e si procede con l ordine cronologico di realizzazione degli episodi con Maigret chez les Flamands

    RispondiElimina
  3. Maigret con Bruno Cremer è fantastico. Spero che trasmettano tutte le serie e tutti gli episodi. Ci sono pochissime serie così valide.

    RispondiElimina
  4. NON E' POSSIBILE FARE PARAGONI. GABIN FECE TRE FILM,MA SOLO IL PRIMO ERA UN CAPOLAVORO,GRANDE RECITAZIONE,ATTORI E REGISTA. GINO CERVI CI RICORDA LA NOSTRA GIOVENTU',FU' INDUBBIAMENTE UN GRANDE MAIGRET CON LE MUSICHE DI TENCO IN SIGLA,TONY RENIS.IO CREDO IL MIGLIORE MA TROPPO TEATRALE DATA L'EPOCA. BRUNO CREMER OFFRE UNA RECITAZIONE ECCELLENTE,ASCIUTTA,MAI FUORI DALLE RIGHE,UN INTERPRETAZIONE CRUDA E REALISTICA DI UN VERO COMMISSARIO DELLA OMICIDI,UNO DEI MIGLIORI CREMER.FORSE MANCA UN PO' IN ATMOSFERA MA LA COLPA E' DEL REGISTA E SCENEGGIATORE,CREMER DA IL MEGLIO.

    RispondiElimina

LASCIATE QUI I VOSTRI COMMENTI, LE VOSTRE IMPRESSIONI LE PRECISAZIONI ANCHE LE CRITICHE E I VOSTRI CONTRIBUTI.