venerdì 28 marzo 2014

SIMENON SIMENON. IN ARRIVO MINACCE DI MORTE

Titolo poco tranquilizzante (o forse poco maigrettiano?) per la raccolta di racconti delle inchieste del commissario Maigret che Adelphi metterà in libreria a giorni.
I racconti sono cinque e si tratta delle traduzioni di Cècile est morte, (inverno tra il 1939 e il 1940 - Nieul-sur-Mer), de L'improbable Monsieur Owen (La Rochelle - 1938), di Vente à la bougie (Nieul-sur-Mer - 1939), Ceux du Gran Café (la Rochelle - 1938), L'homme dans la rue (Nieul-sur-Mer, 1939)  e Menaces de mort che dà il titolo alla raccolta (Nieul-sur-Mer - 1938).
 Come avevamo anticipato nel nostro post del 12 dicembre 2013, si tratta della penultima raccolta di racconti, dove il commissario è talvolta già in pensione. Questi fanno parte di quella serie di racconti inizati a scrivere nel 1938, cioè dopo quattro anni dall'ultimo romanzo d'inchieste del commissario dal titolo scarno ed essenziale Maigret (Fayard -1934) che dove costituire l'ultimo titolo di quella serie.
Nel frattempo quell'esperienza di semi-letteratura l'aveva traghettato dal mondo della letteratura ppolare a quello dei romanzi-romanzi e nelle stanze del prestigioso Gallimard. Ora, secondo il Simenon dell'epoca, non restava che dedicarsi a quelli che lui chiamava i romans-durs, basta Maigret, basta reportage di viaggi, basta articoli... ormai era un romanziere e davanti a lui c'erano solamente i romanzi.
Ma si sbagliava. Da una parte il pubblico e dall'altra anche un editore come Gaston Gallimard (che sapeva quanto aveva rendesse) gli chiedevano di riprendere a scrivere le inchieste del commissario. Ma Simenon non ci sembra il tipo da farsi condizionare da queste pressioni. Probabilmente c'era in lui un qualcosa che non si era del tutto spento, quel personaggio certo non viveva più sulle pagine dei libri, ma in qualche parte del cervello di Simenon continuava a fumare la pipa, bere birre, a litigare con il giudice Comeliau, a cercare di comprendere e di non giudicare... Chissà forse Simenon sentiva in sottofondo tutto questo brusìo e forse il legame con quel persnaggio non era reciso del tutto come invece voleva far credere.
Insomma dopo una pausa di quattro anni, torna  scrivere di Maigret, ma all'inizio solo racconti. Poi tornano pure i romanzi... e Maigret è salvo!

2 commenti:

Andrea Franco ha detto...

la raccolta esattamente comprende:

L’improbable Monsieur Owen(inedito in italia)
Ceux de Grand-Café(inedito in italia)
L’homme dans la rue(già uscito anche come il delitto di bagatelle)
Vente à la bougie(vendita all'asta)
Menaces de mort(inedito in italia)

secondo me dopo di questa usciranno ancora 2 libri di racconti con maigret perchè mancano i piu lunghi;il racconto che dà il titolo alla raccolta è in assoluto il piu raro maigret di simenon:pubblicato in piena guerra,siamo nel 1942,su 6 numeri di revolution nationale fu riscoperto soltanto postumo vale a dire nell edizione tout simenon uscita nel 1992

Anonimo ha detto...

Concordo pienamente con Franco: ancora due raccolte di racconti! Nel frattempo godo e attendo impaziente di leggere, finalmente dopo tanti anni, 3 dico 3 inediti di Maigret!!!!!!!!!!!!
Guido