lunedì 24 gennaio 2011

CUFFARO IN CARCERE CON LA GIUMENTA DI SIMENON

Ancora cronaca. E per di più cronaca giudiziaria. No, non c'entra il commissario Maigret, ma la condanna a sette anni per per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra. La pena è stata inflitta dalla Cassazione all'ex-governatore della Regione Sicilia, Totò Cuffaro (ex-Democrazia Cristiana, ex- Parito Popolare Italiano, ex-CDU, ex-UDEUR, ex-UDC, infine con il PID (Popolari Italia Domani) nella maggioranza di Berlusconi. Il tutto in neanche 20 anni, tra il 1991 e il 2010). Insomma sette anni come presidente della regione e sette anni di condanna. (chi ama la numerologia si diverta). Non parliamo dell'accaduto per la sua importanza (ormai scandali sentenze simili sono all'ordine del giorno), ma per quanto riportato su Il Corriere della Sera dal giornalista Fabrizio Roncone. Questi descrive infatti l'entrata in caracere dell'ex-politico siciliano e racconta che,  tra le altre cose, Cuffaro si sarebbe portanto "dentro" un paio di libri. Uno è La fattoria degli animali» di George Orwell e l'altro Il ranch della giumenta perduta (La Jument Perdue - Arizona 1947) di Simenon.Entrambe i romanzi hanno un valore simbolico. Quello di Orwell è fin troppo chiaro. Da sempre viene citato come previsione e monito di una società autoritara e oligarchica e delle sue degenerazioni. Ma il romanzo di Simenon non è certo un romanzo politico. Quale quindi la connessione con la vicenda Cuffaro?
Ambientato nell'Arizona, la storia vede un certo Curly John al centro di vicende alterne con un suo amico-rivale, una specie di scontro tra il bene e il male, il quale si risolverà con un evento particolare che costringerà il protagonista a rivedere faticosamente tutte le sue convinzioni e rimettersi duramente in discussione per poter iniziare una nuova esistenza, una specie di rinascita ad una vita del tutta diversa. E' lo stesso cui starà penserando Cuffaro in queste ore?  Comunque la scelta, a nostro parere, ci pare davvero "azzeccata", per rimanere nel gergo di un famoso politico.

Nessun commento:

Posta un commento

LASCIATE QUI I VOSTRI COMMENTI, LE VOSTRE IMPRESSIONI LE PRECISAZIONI ANCHE LE CRITICHE E I VOSTRI CONTRIBUTI.