mercoledì 29 maggio 2013

SIMENON. FAUBOURG... A VOLTE TORNANO.

Uscirà a giugno. E' uno dei primi titoli pubblicati per Gallimard nel 1937 di un Simenon ormai romanziere a tutto tondo. Stiamo parlando di Fauborg, iniziato a scrivere nel'34 a Papeete, durante il suo soggiorno a Tahiti, e terminato in Francia a La Cour Dieu a Ingrannes (ad un centinaio di chilometri a sud di Parigi).
Stesso titolo dell'edizione originale (mentre nella sua prima uscita italiana - 1961 collana "I romanzi di Simenon", il titolo era stato tradotto in "Periferia") e un'opera tutta da scoprire che non ha avuto la popolarità di altre.
La vicenda che ci narra l'autore è ambientata nella provincia francese, in un cittadina di fantasia, ma che viene illustrata con dovizia di particolari, come se Simenon la conoscesse palmo palmo. Il protagonista, De Ritter è un giramondo, sbruffone, traffichino, per un periodo anche galeotto, che si dà arie da gran signore. Arriva in questa cittadina perché é quella dove è nato e vissuto da giovane. Vi arriva con al seguito una certa Lea, una prostituta conosciuta qualche mese prima. I due dovrebbero fare un non meglio identificato "affare". Ma in realtà dopo un periodo di incognito De Ritter, esce allo scoperto, un po' perchè ha bisogno di soldi e per capire bene qual é la situazione del paese, dei suoi familiari, degli ex-amici. In poco tempo, anche grazie ad una collaborazione con un giornale locale, si fà riconoscere, comincia a vantarsi, imbellettando il suo passato di giramondo, cosa che, in un contesto provinciale, fà il suo effetto. De Ritter giunge anche riavvincinarsi ad una donna che da giovane l'aveva amato, e riesce a sposarla. Ma non è amore, è solo interesse per i soldi e la fabbrica di cui la donna è titolare. Nonostante il matrimonio, continua la sua realzione con Lea, la quale a sua volta se la spassa con diversi amanti, tra cui un giovane che De Ritter finirà per uccidere... E' il famoso passaggio della linea, perchè in realtà con il matrimonio aveva quasi completamente acquisito uno status borghese e rispettabile... ma con l'omicidio... il vero De Ritter viene fuori e il destino per lui gira definitivamente...
Simenon ci credeva davvero in questo romanzo, tanto che aveva chiesto a Gaston Gallimard di supportarlo con della pubblicità... Avrebbe voluto un trentina di messaggi radiofonici, costo 50.000 franchi. Il patron editore non ne volle sentir parlare e non se fece nulla.
Tra qualche giorno in libreria e poi vedremo come si comporterà nelle classifiche. 

3 commenti:

Andrea Franco ha detto...

Cè ben poco d aaggiungere se non che è il secondo simenon pubblicato col titolo originale dopo pedigree,se la memoria non m inganna

Anonimo ha detto...

Secondo le informazioni ricavate da Libreria Universitaria sarà in uscita il 19 giugno! Per me che non l'ho mai letto, saranno giorni di attesa. Saluti. Guido

Andrea Franco ha detto...

molto plausibile.mgli adelphi ufficialmente escono sempre il mercoledi