giovedì 30 maggio 2013

SIMENON. HERBERT REICKNER SUI SUOI PASSI?

Oggi pubblichiamo l'intervento di uno dei più assidui attaché al Bureau Simenon Simenon, Andrea Franco. E' una sua teoria sulle analogie e le coincidenze tra lo scrittore belga e quello tedesco. Leggetela e fateci sapere la vostra opinione, un  dibattito sul tema potrebbe essere interessante. Se volete potete scrivere a simenon.simenon@temateam.com
 
Spesso ci siamo domandati chi potesse essere considerato l'erede di Simenon o comunque quale scrittore sia più assimilabile al romanziere belga.
Per quel che mi riguarda la risposta è: Herbert Reinecker
Tedesco, quasi contemporaneo di Simenon (1914-2007), scrisse numerosi libri e, stranamente, non ebbe molto successo. Eppure leggendo alcune sue opere ho riscontrato varie similitudini con quelle simenoniane. Ad esempio anche Reinecker scrive in modo essenziale, e ci descrive l'uomo cosi com'è, con i suoi difetti, mettendolo "a nudo" e spesso  lo porta alle estreme conseguenze del suo destino.
Ma troviamo anche coincidenze, come quella che salta subito all'occhio: il titolo di una sua opera teatrale  "Train de nuit", stesso titolo di un romanzo di Simenon quando ancora si firmava Christian Brulls (romanzo in cui un ante-Maigret era di stanza  a Marsiglia..)
Il tedesco divenne popolare e famoso piu tardi, come sceneggiatore della serie televisiva l'ispettore Derrick (molto longeva 281 episodi girati tra il 1973 e il 1998)
da notare che, quando Reinecker ideò Derrick, era appena uscito l 'ultimo Maigret (Maigret et M.Charles -1972)
Negli episodi di questa serie si notano molte similitudini con i romanzi di Maigret, secondo me i primi 70/80 episodi presentano analogie simenoniane molto piu che alcune bizzarre trasposizioni su pellicola di Maigret o di altri scritti del genio belga.
Derrick poi assomiglia a Maigret: cerca di comprendere, non giudica, prova a mettersi nei panni della gente comune, di rado estrae la pistola e più spesso ha lunghi colloqui con il colpevole o con la cerchia degli indiziati. Insomma, come il commissario parigino anche il funzionario bavarese (altra similitudine il fatto di essere funzionari pubblici) ha come caratteristica princuipale una grande umanità.
La discussione è aperta. 
Chi volesse maggiori informazioni sullo scrittore tedesco può cliccare qui 

Nessun commento: