lunedì 20 maggio 2013

SIMENON. DA NON PERDERE.... PINTER, MAIGRET E NON SOLO!


Ci scusiamo con i nostri lettori per aver intercettato solo ora questa notizia. Si tratta di una esposizione delle meravigliose opere di Ferenc Pintér che è iniziata a Milano tre giorni fa' e andrà avanti fino all'8 giugno. Insomma avete una ventina di giorni per non farvi scappare questa staordinaria mostra alla Galleria Arnaldo Pavesi. 
Ovviamente per i nostri appassionati lettori, di grande interesse saranno le grandissime copertine che Pinter creò per le inchieste del commissario simenoniano nel periodo Mondadori. Delle copertine che, se da un lato partivano dai lineamenti del Maigret televisivo italiano interpretato da Gino Cervi, dall'altra sconfinavano in un pituttura essenziale, con tratti e macchie di colore che identificavano, scene, oggetti, particolari.
Pinter non aveva bisogno di molti tratti. Qualche segno, dei colori, e le atmosfere, che il lettore avrebbe ritrovato nelle pagine del libro, erano perfettamente anticipate sulle sue copertine. Noi di "Simenon-Simenon" siamo particolarmente sensibili alla creatività di questo artista e più volte gli abbiamo dedicato post e gallerie. Vi segnaliamo, se ve li foste persi, Simenon, Pinter...l'essenzialità passa per Maigret, oppure in occasione di un'altra esposizione Le copertine "quadri" di Pintér esposti a Torino, e ancora Simenon. Maigret raccontato da Pintér e infine la galleria delle sue copertine maigrettiane 

Non solo, ma come sa chi ci segue assiduamente, ci siamo addirittura permessi più volte di utilizzare le sue immagini per i nostri post e per delle rielaborazioni grafiche. E' un omaggio che abbiamo voluto rendere al grande artista scomparso da poco più di cinque anni.
Confessiamo che a noi succede un po' quello che succedeva a Simenon con Jean Gabin... e scusate il paragone! Il romanziere diceva che, dopo avere visto il Maigret interpretato sul grande schermo dall'attore francese, ogni volta che iniziava a scrivere una nuova inchiesta del commissario aveva davanti la faccia di Gabin. E noi, quando pensiamo a Maigret, ben prima della faccia di Cervi, ci passano davanti agli occhi le innumerevoli copertine d Pintér. A riprova della forza evocativa dell'opera dell'artista, oltre al fascino della prospettiva, dei piccoli particolari, delle ombre e della luci, di quei tratti a volte così essenziali ma talmente significativi da raccontare da soli una storia.
Ovviamente l'opera di Pintér non si esaurisce solo in Maigret, e nella mostra milanese saranno esposte altre copertine di vari autori oltre ad altre opere.
Dopo quello che abbiamo scritto, credo che sia inutile ripetere l'invito a non perdere questa esposizione che sarà aperta al pubblico dal martedì al sabato, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

 
*Galleria Arnaldo Pavesi - Via Guido d'Arezzo, 17 - 20145 Milano
  Telefono: 02 87398953
  Email: info@pavesicontemporart.com

Nessun commento: