mercoledì 23 novembre 2016

SIMENON SIMENON FESTEGGIA I SUOI SEI ANNI

Dagli inizi alla versione internazionale

SIMENON SIMENON FETE SES SIX ANS
Des débuts à la version internationale
SIMENON SIMENON CELEBRATES ITS SIX YEARS
From its beginnings to the international version

Fine novembre del 2010. L'idea mi frullava in testa da qualche tempo. Avevo già scritto due o tre libri che giravano attorno alla figura dello scrittore e già da anni lavoravo all'informazione on line, sin dal 1998, creando e dirigendo dei quotidiani su internet, primo tra tutti NewsOre13. Insomma la passione per Simenon, il mestiere di giornalista e l'interesse per l'informazione in tempo reale, tipica del web, si andavano intrecciando.
E in quel momento scrivere una biografia, cartacea o digitale, sullo scrittore, mi sembrava un forma d'espressione e/o d'informazione superata.
Il fenomeno di Facebook era in piena espansione, l'Italia all'epoca registrava circa venti milioni di utenti, come pure la realtà dei blog andava crescendo anche nel nostro paese (alcune stime di quegli anni parlavano di mezzo milione di blog).
Ma quello che si andava delineando nella mia mente era qualcosa di un po' diverso.
Sì, un blog su Georges Simenon, un blog culturale come ce n'erano  già moltissimi. 
Ma questo avrebbe avuto qualcosa in più. 
Oltre ad essere monotematico, sarebbe stato contraddistinto dal ritmo quotidiano. Sì, un post al giorno. Almeno un post quotidiano. Le prime reazioni di chi mi era vicino, amici o colleghi, furono negative. Come potevo realizzare da solo un blog che parlasse di un unico autore, trovando ogni giorno un argomento nuovo e delle illustrazioni adeguate? 
Sembrava che mi stessi imbarcando in un progetto destinato a naufragare di lì a poco. In realtà qualche perplessità ce l'avevo anche io. Anche perché, per quanto cercassi, non trovavo in tutto il web un blog o un sito così verticale nell'argomento trattato e che per di più vantasse una cadenza quotidiana. Figuriamoci poi su Georges Simenon. 
Ma alla fine un po' la passione, un po' l'incoscienza, un po' la mia tendenza alle sfide, ma soprattutto la spinta a cercare di creare sempre qualcosa di inedito, mi dettero la forza di iniziare.
E così a fine novembre 2010 partii. 
Il nome del blog? Lo volli semplice, esplicito e incisivo: il cognome dello scrittore ripetuto due volte, Simenon Simenon. Registrato il dominio, scelta come piattaforma Blogger, era il momento di mettersi a scrivere... ogni giorno. In questo i miei, allora, trent'anni di giornalismo e di scrittura, ma anche la complessità e la ricchezza della vita di Georges Simenon nonché la sua sterminata opera letteraria, furono un aiuto indispensabile.  
E ben presto la quotidianità divenne una sorta di imperativo categorico. E allora post anche il sabato e la domenica, post anche durante le feste, Natale, Capodanno, Pasqua, Ferragosto... e, con un po' di organizzazione, anche durante le ferie estive. Devo dire che dopo il primo anno Simenon Simenon ha iniziato ad avere dei collaboratori occasionali, e poi negli anni successivi qualcuno di questi iniziò a non essere così saltuario, quindi esperti come Murielle Wenger diventarono un insostituibile aiuto quotidiano.
Qualche pausa in questi anni c'é stata. Talvolta dei problemi tecnici, qualche volta problemi di salute, alcune pause dovute a comprensibili momenti di stanchezza...
Dall'ultima di queste pause, circa nove mesi fa', Simenon Simenon é uscito molto cambiato. 
I suoi post sono da allora regolarmente pubblicati non solo in italiano, ma anche in francese e in inglese. La squadra che sta dietro alla realizzazione dei post è quasi una redazione, con Murielle (Svizzera) che oltre a scrivere regolarmente, svolge un lavoro assimilabile a quello di un caporedattore di un giornale tradizionale. Ci sono collaboratori competenti e organici, come David (Stati Uniti) e Andrea (Italia), che insieme a Murielle e me formano una sorta di redazione e poi ci sono anche firme  illustri, come William Alder (Gran Bretagna), che ogni mese danno il loro prezioso contributo al blog.
Simenon Simenon ormai è divenuto una consuetudine per gli appassionati dello scrittore e la sua "anzianità" e la sua cadenza quotidiana lo hanno portato nei primissimi posti nelle indicizzazioni dei motori di ricerca. Giusto per fare qualche numero possiamo citare che in questi anni abbiamo oltrepassato le centomila visualizzazioni al mese, totalizzando in totale oltre un milione e centomila visualizzazioni, che abbiamo pubblicato più di duemila post, nella nostra rassegna stampa internazionale su Georges Simenon abbiamo segnalato oltre settecento link ad articoli che parlano dello scrittore, della sua vita e delle sue opere.
Con il tempo Simenon Simenon ha allargato la sua presenza anche nei social network, come ad esempio, Facebook, Twitter, Pinterest, Google+.... Ma quello che ci ha fatto enormemente piacere è che Simenon Simenon  è diventato il blog del sito ufficiale dello scrittore, "simenon.com", voluto e ideato da John Simenon, il figlio secondogenito di Georges. 
Ma un grazie va a tutti voi visitatori che nel corso di questi anni, non solo perché avete dato vita e autorevolezza a quello che sembrava un progetto un po' pazzo, ma perché fate sentire a Simenon Simenon il vostro sostegno e la vostra vicinanza. Grazie, grazie di cuore a tutti, perché proprio voi avete permesso ad un sogno di diventare realtà.

Maurizio Testa 

2 commenti:

Fulvio Nolli ha detto...

Come per ogni compleanno di un amico (considero tale il tuo blog) credo che sia doveroso fare, prima di tutto, dei sinceri auguri. Subito dopo, visto che si tratta del compleanno di un "lavoro" (nel senso più elevato del termine), sono necessari i complimenti. Complimenti per i risultati che sono veramente superlativi. Complimenti per i collaboratori, ed immagino amici, con cui condividi il successo dell'opera. Complimenti per l'impegno profuso da tutti nel realizzare il blog e caratterizzarlo come un autentico "unicum" (almeno in Italia) nel panorama dei blog letterari. Mi soffermo in particolare sull'impegno, perché essendo io passato, da poco più di un anno, dalla parte di chi scrive mi rendo conto di quanto ce ne voglia per realizzare un opera di questo livello. Ancora un augurio per il futuro e un saluto a tutti voi.

Andrea Franco ha detto...

era l aprile del 2011 quando trovai simenon-simenon:all epoca ero l unico a commentare i post che il solo Maurizio scriveva, è stata un'idea geniale quella di creare questo blog,sono orgoglioso di far parte dei collaboratori e non posso che fargli i miei migliori auguri