venerdì 29 giugno 2012

SIMENON: L'ADIEU A MAIGRET


Continuano i "rendez vous" con Maigret e Simenon, della nostra attachèe al Bureau-Simenon, Murielle Wenger, esperta ed assidua firma per Maigret su Trussel.com e autrice dell'autorevole Les enquetes du commissaire Maigret



6 bis) Adieu Maigret, compagno di tutta la vita... letteraria

1972 – A febbraio Simenon finisce Maigret e monsieur Charles. Non immagina probabilmente che si tratterà del suo ultimo Maigret, e anche del suo ultimo romanzo in assoluto. Ma all’inizio del libro aleggia una sorta di premonizione: Maigret rifiuta la promozione a Direttore della P.J., preferisce a rimanere nella sua brigata e continuare a percorrere le strade di Parigi con i loro piccoli bistrot, i loro palazzi con le portinerie, in una parola essere per sempre il commissario di cui si rileggeranno all’infinito le inchieste. Quanto a Simenon poserà la penna e impugnerà il microfono e inizierà a raccontare i suoi ricordi, le sue impressioni sul nastro dl un registratore.  Più di una vota evocherà i suoi più classici personaggi con i quali, con il passare degli anni, troverà maggiori affinità, analogie e con i quali a volte si confronterà.

***

1973 – In Un homme comme les autres, il primo dei suoi dictées, Simenon evoca un sogno che ha fatto a proposito di Maigret: “ Era più grande, più largo di spalle, più corpulento di me. Anche se lo vedevo di spalle, percepivo il suo essere placido che invidiavo. Vestito con pantaloni di tela blu, un grembiule da giardiniere e portava un cappello di paglia sgualcito. Si trovava in un giardino (...) Era Maigret nel suo giardino di Meung-sur-Loire, un Maigret in pensione pure lui, ma di diversi anni più giovane di me (…) Trovava il modo di impiegare ciascun’ora della sua giornata. E gli capitava, braccio sotto baraccio, di fare delle lunghe passeggiate con sua moglie (…) Queste immagini si sono cancellate. Le conservo nella mia mente e questo sarà per me la pensione di Maigret”.
Nel dictée successivo, Des traces de pas,  Simenon dice, il 2 ottobre :” Ho dei rimorsi per aver lasciato completamente lasciato andare Maigret dopo il mio ultimo romanzo: "Maigret et monsieur Charles" . E‘ un po’ come se uno lasciasse un amico senza nemmeno stringergli la mano. Si creano, tra l’autore e i suoi personaggi, dei legami affettivi, a maggior ragione se la loro collaborazione è durata cinquant’anni (…) Gli auguro una felice pensione, così come è felice la mia. Abbiamo lavorato parecchio insieme, abbastanza perché io gli dica addio un po’ emozionato”.

 ***

29 settembre 1979 – In occasione del cinquantesimo anniversario della nascita di Maigret, Simenon gli scrive una lettera che viene pubblicata sul settimanale svizzero L’Illustré:
Sarete probabilmente meravigliato di ricevere una mia lettera, da quando ci siamo lasciati circa sette anni fa’. Quest’anno è il cinquantesimo anniversario del giorno in cui, a Delfzijl, abbiamo fatto conoscenza. Voi avevate circa quarantacinque anni. Io venticinque. Ma avete avuto la fortuna in seguito di trascorrere un certo numero di anni senza invecchiare. E’ stato soltanto alla fine delle "nostre" avventure che avete raggiunto l’età di cinquantatre anni (…) Che età avrete quindi oggi? Non ne ho idea, essendovi concesso questo privilegio di cui voi avete approfittato per un lungo periodo. Di contro io sono invecchiato molto più in fretta di voi, come i comuni mortali ed ora ho abbondantemente passato i miei settantasei anni (…) Eccoci, tutti e due pensionati, e, spero che così sia anche per voi, assaporando entrambe le più piccole gioie della vita, respirando l’aria del mattino, osservando con curiosità la natura, e gli esseri intorno a noi. Ci tengo ad augurarvi un buon anniversario, a voi e a M.me Maigret.”.

3 commenti:

  1. E' la prima volta che leggo uno stralcio della lettera scritta da simenon a maigret nel '79.merci!

    RispondiElimina
  2. murielle wenger30 giugno 2012 11:01

    L'entier du texte de la lettre se trouve sur le site de Steve Trussel, à l'adresse: http://www.trussel.com/maig/simletf.htm

    RispondiElimina

LASCIATE QUI I VOSTRI COMMENTI, LE VOSTRE IMPRESSIONI LE PRECISAZIONI ANCHE LE CRITICHE E I VOSTRI CONTRIBUTI.