mercoledì 25 maggio 2016

SIMENON–SIMENON. PER UNA VOLTA IL PROTAGONISTA E' UN MAGISTRATO

Le inchieste del giudice Froget: analisi del personaggio

SIMENON SIMENON. POUR UNE FOIS, LE PROTAGONISTE EST UN MAGISTRAT
Les enquêtes du juge Froget: analyse du personnage
SIMENON-SIMENON. FOR ONCE, THE PROTAGONIST IS A MAGISTRATE
Judge Froget's inquiries: character analysis 

Il giudice Froget è il protagonista della serie di racconti Les treize coupables, pubblicati nel 1930 sul periodico Detective con lo pseudonimo Georges Sim (apparsi in volume nel 1932) e pubblicata da Mondadori l'anno seguente in Italia (nella gloriosa e collezionata serie dei Gialli Economici formato album: il titolo è "I tredici colpevoli", ristampato nel 1949 nella stessa collana); lo troviamo anche nel racconto La nuit du Pont-Marie (uscito il 10 Giugno 1933 su "L'Intrasigeant" ed inedito nel nostro paese).
Eccezionalmente per questa serie Simenon scelse un giudice, a differenza di tutti gli altri suoi investigatori i quali di solito non hanno molta simpatia per i magistrati. In queste novelle l'indagine si è già svolta e la scena si svolge nell'ufficio del giudice il quale snocciola davanti alla persona con lui presente i motivi per cui è arrivato alla decisione di incarcerarli, il colpevole dà il titolo ai racconti (Ziliouk, M. Rodrigues, Mme Smitt, Les « Flamands », Nouchi, Arnold Schuttringer, Waldemar Strvzeski, Philippe, Nicolas, Les Timmermans,pubblicato anche con il titolo "Il caso dei tre ciclisti" nella raccolta inverno giallo '91-'92, Le Pacha, Otto Müller, Bus). Froget, a differenza degli altri investigatori simenoniani, non è un giovane, fisicamente presenta una spalla più alta dell'altra, ha i capelli bianchi e veste sempre un rigido completo nero.Ci si domanda come mai non è ancora in pensione dato che da lustri dimostra sessant'anni. Froget tratta con molta freddezza i criminali che sfilano davanti a lui, scrive molto sul suo taccuino e parla poco. Mentre il sospettato tenta di scusarsi lui scrive molti appunti e alla fine mostra i capi d'accusa che ha individuato, tutta la scena del crimine vi è descritta, senza alcuna ombra di dubbio, alla fine del racconto al colpevole non resta che prendere la via della prigione.Tuttavia questo anziano signore risulta simpatico alla maggior parte dei lettori, cerca di comprendere i motivi di un crimine anche quando si trova ad analizzare il caso di un omicidio avvenuto con 33 coltellate e nella già citata La nuit du Pont-Marie dimostra di avere anche un animo sensibile sotto la sua scorza di impassibile uomo di legge. 
Andrea Franco

Nessun commento: