venerdì 24 agosto 2018

SIMENON SIMENON. IL SENSO DELLA FAMIGLIA PER GEORGES

Quale concezione della famiglia (quella di origini e quelle successive) del romanziere


SIMENON SIMENON. LE SENS DE LA FAMILLE POUR GEORGES
Quelle conception de la famille (celle des origines et celles fondées ensuite) le romancier a-t-il ?
SIMENON SIMENON. THE SENSE OF FAMILY FOR GEORGES
What conception of family (the one of his origin and those he established subsequently) did the novelist have?



Simenon e le sue tre famiglie. Tre situazioni diverse e tre fasi della vita molto differenti come capita a  quasi tutti noi. 

La formazione è 4-3-5.... ma non si tratta di una squadra di calcio, ma... pensateci!
Elenchiamo un po' di numeri e di ruoli relativi a Georges e ai suoi nuclei familiari.1903 - 1922. Liegi (Belgio). Primogenito di Désiré Simenon ed Henriette Brülls, fratello maggiore di Christian Simenon. La nascita del fratello Christian gli creerà più di qualche problema. La madre infatti non fa mistero della sua preferenza per il secondogenito e non manca occasione per dimostrarlo. Intanto a quindici anni Georges deve smettere le scuole per andare a lavorare. Il padre impiegato alle assicurazioni é malato di cuore e morirà nel '22, anche lui mal sopportato dalla moglie che non tollera di vivere nell'indigenza e che teme sempre il giudizio "della gente". In questo ambiente Georges si sente a disagio e si rifugia molto spesso nella lettura (accusato dalla madre di stare sempre con un libro in mano). Il vero salto avviene quando entra a La Gazzette de Liège. Lì inizia una promettente carriera giornalistica e conquista una autonomia economica. Nonostante il buon lavoro e nonostante avesse conosciuto una ragazza, Regine Renchon, (da lui ribattezzata Tigy) con cui si era fidanzato, la sua aspirazione, soprattutto dopo la morte del padre, era quella di fare lo scrittore tentando la fortuna a Parigi. Promise alla sua bella di tornare per sposarla e a fine dicembre si trasferì nella capitale francese. In questa prima fase Georges vive gli stenti dell'immigrato, poi riesce a iniziare a pubblicare quello che scrive, ingranando nel mondo della letteratura popolare su commissione e infine nel '31 lanciò quel commissario Maigret che tanta fama e popolarità gli procurò praticamente per tutta la vita. Ma gli anni '30 sono gli inizi della scrittura dei romans durs, cioé quelli letterari che lo renderanno uno degli scrittori di riferimento del '900.
Parigi anni '20. Seconda famiglia. Georges prima marito di Tigy (si sposarono nel '23 a Liegi, ma poi si trasferirono entrambe a Pari-
gi) e poi, nel '39 diventa padre di Marc, forzando la volontà della moglie che sposandolo gli aveva fatto promettere che non avrebbero avuto figli.Vissero prima a Parigi, poi a lungo nella Vandea e poi il gran salto in America dove Simenon fuggì nel '45 inseguito dalla famigerata  accusa di collaborazionismo con i nazisti. Lì la loro storia finirà (anche se il loro matrimonio era già seriamente in crisi e convivevano ancora solo per il figlio Marc). Ma finirà anche perché, praticamente appena arrivato negli Usa, Georges incontrerà Denise Ouimet.
E siamo alla terza famiglia. Stati Uniti 1945. Di Denyse (anche a lei Georges modificò il nome) si innamorerà perdutamente, con lei avrà quell'intesa sessuale che non aveva avuto con la prima moglie, e nel '50  (dopo il divorzio da Tigy) la sposerà facendola divenire la seconda signora Simenon. Lei gli darà due figli negli Usa, Johnny e Maire-Jo e uno, Pierre, in Europa. Simenon ha ormai raggiunto la maturità e l'apice della sua fama, i riconoscimenti piovono da una parte e dall'altra dell'Atlantico, anche se il vecchio continente è quello che gli serba le maggiori soddisfazioni. Alle sue fortune letterarie, va aggiunto il fatto che è uno degli scrittori cui il cinema e la televisione ricorrono di più per adattare i suoi romanzi e la sua serie Maigret per il grande il piccolo schermo. I figli crescono, la Svizzera diventa la sua sistemazione stabile e i problemi di equilibrio mentale di Denyse inziano a diventare problematici per la convivenza. E' un periodo di sfaldamento della famiglia: i figli chi va a Parigi, chi in America a studiare, la moglie inizia i suoi andare e venire dalle cliniche psichiatriche... Georges inizia a sentirsi solo. E qui nascerà la relazione con Teresa Sburelin, che era a servizio in casa Simenon da qualche anno...ma questa è un'altra storia e non i due non saranno mai una famiglia.
La  formazione che abbiamo indicato all'inizio di questo post, 4-3-5, ovviamente si riferiva ai componenti delle varie famiglia da quella d'origine all'ultima. (m.t)

Nessun commento: