mercoledì 14 dicembre 2016

SIMENON SIMENON. CONSIDERAZIONI SEGUENTI UN'INTERVISTA DEL PERIODO AMERICANO

Tradotto in molte lingue, Simenon si apprezza sempre 

SIMENON SIMENON. REFLEXIONS A PROPOS D'UNE INTERVIEW DE LA PERIODE AMERICAINE 
Traduit en de nombreuses langues, Simenon est toujours apprécié 
SIMENON SIMENON. SOME COMMENTS ON AN INTERVIEW FROM THE AMERICAN PERIOD 
Translated in numerous languages, Simenon is always appreciated 


Per Simenon era importante che ogni suo romanzo fosse recepito nel modo da lui inteso , negli Stati Uniti come in Europa, lo dichiarava lui stesso in un'intervista concessa ad André Parinaud nel 1955 e trasmessa dalla radiodiffusione francese. 
Fino a quando un suo libro non aveva risonanza in almeno sei o sette paesi per lui restava come un incompiuto. Nella stessa intervista faceva rimarcare la differenza che esisteva nella critica nel modo di giudicare il suo stile di scrittura: per i francesi scriveva in modo non corretto, addirittura come un “cochon” mentre per gli americani il suo stile era ricercato e raffinato. 
Ma qui si pone il problema della traduzione delle sue opere: scritte in francese sono state tradotte in tutto il mondo. Ma quanto perdono nell'essere trascritte in una lingua diversa da quella da lui utilizzata? Secondo Parinaud solo il 3% proprio per via del suo lessico il più delle volte semplice, a differenza di altri scrittori che secondo questa stima nell'essere tradotti perderebbero ben il 30%. 
Per quel che mi riguarda credo che sia vero dato che mi sono appassionato visceralmente a Simenon leggendolo in italiano, tuttavia per potere leggere la totalità dei suoi romanzi ho dovuto procurarmeli in francese essendo molti di essi ancora inediti in Italia. Devo dire che la traduzioni nella nostra lingua sono eccellenti (ricordo ,ad esempio, che nelle edizioni Mondadori molte furono curate da Elena Cantini mentre per Adelphi spesso sono firmate da Laura Frausin Guarino) tuttavia leggendo gli scritti originali composti dal magistrale talento di Liegi si apprezza ancora di più la qualità incomparabile del suo stile. Personalmente da una decina di anni leggo Simenon solo in lingua originale e consiglio a tutti coloro non l'avessero ancora fatto di provare a concedersi questo piacere. 

Andrea Franco 

Nessun commento: