venerdì 13 gennaio 2017

SIMENON SIMENON. L'EUROPEO MAIGRET E L'HARD BOILED MADE IN USA

Il poliziesco inventato da Simenon e quello della "scuola dei duri", Hammett, Chandler...

SIMENON SIMENON. LE MAIGRET EUROPEEN ET LE HARD BOILED MADE IN USA
Le policier inventé par Simenon et celui de "l'école des durs", Hammett, Chandler           
SIMENON SIMENON. THE EUROPEAN MAIGRET AND THE MADE IN THE USA HARD-BOILED
The detective novel invented by Simenon and those of the “hard-boiled” school by Hammett and Chandler.



Abbiamo parlato spesso della rivoluzione che Simenon operò nel campo della narrativa poliziesca. Il suo Maigret era così diverso dai suoi predecessori letterari. Diverso il meccanismo, diverso il modo di raccontarlo, diverso il protagonista. Senza voler ripetere quello che già abbiamo scritto altre volte, potremmo sintetizzare il concetto dicendo che, con Maigret, Simenon ha riportato il giallo di Sherlock Holmes, quello di Poirot o di Miss Marple, a poggiare i piedi sul terreno della vita quotidiana. Cacciare assassini o serial killer non è un compito da affidare a vecchiette a mezzo servizio, o a investigatori per diletto o personaggi fantasiosi che, grazie alle loro irrealistiche facoltà mnemoniche, acciuffano questi mostri e li consegnano alla polizia.
No. Dare la caccia a questi farabutti è un lavoro. E va fatto quotidianamente, mettendo pazientemente insieme piccoli pezzi di testimonianze, indizi, prove, sospetti, inseguimenti, ma anche lungaggini burocratiche, notti d'interrogatori, lunghi e noiosi appostamenti. E, per far bene questo lavoro, occorre essere preparati, avere a disposizione una squadra, rispettare quello che dice il proprio superiore, fidarsi delle propria esperienza. Ecco, abbiamo in pratica fatto il ritratto del funzionario di polizia Jules Maigret, commissario divisionale da oltre vent'anni in polizia, che ha fatto la gavetta e che ha risolto innumerevoli casi, i più eclatanti, ma anche i più ordinari. 
Questo succedeva all'inizio degli anni '30 da questa sponda dell'Atlantico.
Sempre in quegli anni, ma sull'altra sponda, accadeva qualcosa di analogo. Nasceva il genere cosiddetto hard-boiled, i cui capostipiti erano i romanzieri Dashiell Hammett e Raymond Chandler. Il primo  fece debuttare il genere proprio tra la fine degli anni '20, e l'inizio degli anni '30. Il famoso The Maltese Falcon fu appunto pubblicato nel febbraio 1930, quindi un anno esatto prima del lancio di Maigret a Parigi.Chandler qualche anno dopo doveva teorizzare i canoni del genere, in famoso saggio La semplice arte del delitto  (su The Atlantic Monthly - dicembre 1944). 
"... Hammett ha restituito il delitto alla gente che lo commette per un motivo, e non semplicemente per fornire un cadavere ai lettori - spiega Chandler nel suo saggio - e con mezzi accessibili, non con pistole da duello intarsiate, curaro e pesci tropicali....". 
E' un riconoscimento al suo maestro Dashiell Hammett, di cui sottolinea il merito di aver riportato il crimine sulla strada, alle sue motivazioni reali e nelle mani di personaggi che non sono bianchi o neri, ma ben più complessi e sfaccettati.
Questo ci riporta al Maigret "aggiustatore dei destini", che preferisce "comprendere piuttosto che giudicare, proprio perché conosce l'uomo e sa che non è mai del tutto innocente e mai del tutto colpevole e che spesso la giustizia non riesce a svolgere il suo compito, cosa che lo spinge in certi casi a farsi giudice e modificare il destino di un colpevole.
"... l’ordine e la legge sono cose di cui parliamo, ma che ci guardiamo bene dalI’osservare - scriveva anche Chandler - un mondo dove si può assistere a una rapina in pieno giorno e vedere chi l’ha compiuta, ma poi ci si affretta a sparire tra la folla per non doverne parlare a nessuno […] Non è un mondo molto fragrante, ma è il mondo in cui viviamo...
E' un mondo reale quello dell'hard boiled, come quello raccontato da Simenon nelle inchieste di Maigret. Certo contesti sociali, diversi, stili narrativi differenti, protagonisti (il Sam Spade di Hammett, il Philip Marlowe di Chandler e il Maigret di Simenon) ognuno con un suo profilo originale, ma tutti interpreti di quel poliziesco realistico e che rivoluziona quello fino ad allora in auge.
Per altro Simenon soggiornò negli Usa dal '45 al '55 dieci anni in cui l'hard-boiled ebbe un periodo particolarmente felice, anni in cui uscivano The continental Op di Hammett, già all'apice del successo, o Il Lungo Addio di Chandler. Anni in cui Simenon fu nominato anche Presidente della Mystery Writers of America (1952). (m.t.

Nessun commento: