venerdì 15 febbraio 2019

SIMENON SIMENON. IL BLOG CRESCE E IMPARA LE LINGUE...

Tre anni fa' Simenon-Simenon, dopo una pausa, si riorganizzò e iniziò a pubblicare post anche in francese e in inglese

SIMENON SIMENON. LE BLOG GRANDIT ET APPREND LES LANGUES... 
Il y a trois ans, Simenon-Simenon, après une pause, se réorganisait et commençait à publier des billets également en français et en anglais
SIMENON SIMENON. THE BLOG GROWS AND LEARNS LANGUAGES…
Three years ago, after a pause, Simenon-Simenon reorganized and began to publish posts in French and English as well




Come forse qualcuno ricorda, la scommessa nacque quasi dieci anni fa': "Chi sarà tanto pazzo, tra gli appassionati di Simenon in Italia, da leggere "quotidianamente" news, recensioni, commenti e considerazioni sullo scrittore?".
Forse il più pazzo di tutti ero proprio io che, senza avere uno straccio di risposta a questa domanda, mi ficcai a capofitto nella follia di scrivere ogni giorno qualcosa (magari di interessante...) su Georges Simenon. I primi tempi partii sparato, risucchiato da quel vortice del giorno per giorno che quasi non mi lasciava tempo nemmeno di pensare.
Poi sopraggiunse la fase dell'adattamento  per cui l'impresa non mi sembrava più così folle, anche perché nel frattempo i visitatori aumentavano e inoltre avevo riscontri positivi dell'interesse che questa iniziativa suscitava man mano che veniva conosciuta sempre più.
Insomma andando avanti mi sentivo sempre meno pazzo, anche perché altri "pazzi" avevano iniziato a collaborare a "Simenon-Simenon" e, come si sa, "follia comune, mezzo gaudio". E il gaudio (nostro) sembrava andava di pari passo con quello dei lettori che ora intervenivano anche nelle allora neo-nate pagine mirror del sito su Facebook, su Twitter e su Google+. 
Ma arrivati nel 2016, dopo cinque anni filati di post quotidiani, ci fu bisogno di un attimo di pausa. Un po' di stanchezza, qualche piccolo problema, il bisogno di riorganizzarsi e rinnovarsi, portarono a qualche mese di inattività (anche se le visite continuavano ad un ritmo quasi normale!).
Il 15 febbraio  2016 Simenon-Simenon is back! 
Questo l'head-line con cui il blog tornava a pubblicare post quotidianamente, ma con parecchie novità. Intanto diventava internazionale, nel senso che venivano messi on line post in italiano, in francese e in inglese. A livello interno c'era un'organizzazione e una programmazione del lavoro sempre più simile a quella di una redazione di un giornale. C'era un direttore, io, c'era una sorta di caporedattore, Murielle Wenger, c'erano dei collaboratori fissi come David P. Simmons, Andrea Franco, Luca Bavassano, e un'altra mezza dozzina di collaboratori saltuari di varie nazionalità.
Il salto era fatto. Da una gestione fantasiosa che veniva fuori a sprazzi e solo dalla mia testa... ad un lavoro più organizzato e ordinato, grazie soprattutto alle doti di Murielle, che nel tempo si è rivelata l'anima di quel meccanismo propulsivo che serve a gestire un blog sempre più complesso, anche  in relazione alle collaborazioni che aumentavano. E non erano ovviamente solo italiane, ma anche francesi e anglofone, che allargavano gli orizzonti di "Simenon-Simenon". Quindi arrivarono nuovi visitatori dalla Francia, dal Belgio, dalla Svizzera, dalla Gran Bretagna, dal Canada e dagli Usa (tanto per fermarci ai paesi con un maggior numero di visitatori), ma giunsero anche riconoscimenti più ufficiali. Allora infatti John Simenon, figlio del romanziere, volle che il nostro diventasse il blog del sito ufficiale di Georges Simenon.
La rivista scientifica Francofonia nel suo numero dedicato a "Simenon in Italia", ci commissionò un saggio sulla nostra dimensione digitale di narrazione dello scrittore, quale iniziativa unica al mondo. "Les Amis de Simenon", la più importante associazione legata al romanziere, ha scelto il nostro blog come punto di riferimento delle proprie attività,  informazioni e notizie.
Insomma lasciatemi festeggiare questi tre anni e permettetemi, con un pizzico di autoreferenzialità, un po' di compiacimento per un lavoro che, nato quasi dieci anni  anni fa', negli ultimi tre anni si è aperto al mondo e sta man mano diventando davvero un punto di riferimento per tutti gli appassionati del romanziere. C'è molto lavoro ancora da fare. Crescere in termini di tecnologia e di applicazioni mutimediali, aggiungere altre lingue a quelle attuali, tenere il passo anche con le nuove generazione in termini di linguaggio, di modelli di comunicazione e di devices di collegamento... Ma oggi lasciatemi festeggiare insieme a Murielle Wenger e a David P. Simmons che sono, come ho detto i miei più stretti e preziosi collaboratori, ma anche insieme a tutti gli altri, questi primi tre anni di vita internazionale. 
Da domani si ricomincia a lavorare sodo, anche per il Simenon-Simenon del futuro. (m.t.)

3 commenti:

Andrea Franco ha detto...

Dal 2010 sempre presente!
Complimenti a tutti,è un onore collaborare con voi.
Seegnalo che è uscito in libreria "Il sospetatto"

Anonimo ha detto...

Buongiorno,
ho scoperto il vostro interessantissimo weblog, per caso, proprio pochi mesi prima della pausa di riorganizzazione. Dalla ripresa, ormai 3 anni or sono, lo seguo quasi quotidianamente. Faccio a tutti i miei sinceri complimenti per questa ottima iniziativa di alto valore culturale.
Un saluto cordiale.
GDanna

Luca Bavassano ha detto...

Grazie Maurizio