mercoledì 6 giugno 2018

SIMENON SIMENON. LA PAROLA ALLE MOGLI

Parliamo dei libri scritti da Tigy e da Denyse 

SIMENON SIMENON. LA PAROLE AUX EPOUSES 
Parlons des livres écrits par Tigy et par Denyse 
SIMENON SIMENON. VOICE TO WIVES 
Let's talk about the books written by Tigy and by Den
Simenon, si sa, scrisse diversi romanzi autobiografici (o biografie romanzate come Pedigree) e al termine della sua carriera letteraria affidò a ventuno dictées i suoi pensieri di uomo ormai anziano sul mondo che lo circondava oltre che presentando vari aneddoti e ricordi della sua vita. Sono però un po’ meno conosciute le discese in campo letterario delle sue mogli: la prima sposa Régine Renchon (Tigy) era solita raccogliere i suoi pensieri in un diario, dopo la sua morte una nipote li portò alla luce editandoli in un libro che fa luce sulla vita dello scrittore da un punto di vista nuovo, quello della sua compagna nei tempi giovanili. 
Più significativi, e per certi aspetti controversi, sono i tentativi letterari della sua  seconda moglie Denyse Ouimet che nel 1978 affidò le sue memorie ad un libro dal titolo significativo, il probabilmente polemico Un oiseau pour le chat (un uccello per il gatto)  in cui narra la sua biografia strettamente legata alla vita trascorsa con lo scrittore, il libro presenta non pochi riferimenti polemici rivolti all’ex maritoall epoca provocò un certo scalpore ma ancora di più ne fece quando usci’, nel 1981, il suo secondo libro (scritto sotto lo pseudonimo Odile Dessane) dall’allusivo titolo de Le phallus d’or ; si tratta di un romanzo a chiave: in una località non precisata ma facilmente individuabile con un posto della Svizzera lacuale muore un anziano personaggio potente e famoso (chiamato Courcel), sotto questo nome è  facile individuare un chiaro riferimento a Simenon, il libro si dipana in ricordi dei suoi discendenti e persone che hanno vissuto nel suo entourage, tra cui le prostitute da lui frequentate.  
Ogni personaggio è facilmente riscontrabile con persone che facevano parte della vita dello scrittore. Il ritratto che viene fuori è impietoso, sembra quasi quello di una persona mostruosa e disumana, probabilmente il rancore di Denyse venne sfogato con questo testo che gettò una cattiva luce sull’autore. Si tratta, nel complesso, di tre libri che presentavano tematiche conosciute a chi è avvezzo alla biografia dell’autore ma sono apprezzabili perché ci fanno conoscere Simenon secondo la voce di altre campane. 

Andrea Franco 

Nessun commento: