sabato 20 novembre 2010

CHI SONO IO ?

Un racconto di Jean du Perry, un libretto di Vieux Suiveur e uno di Georges Sim
Gli pseudonimi che Simenon usò fino al 1930 circa erano utilizzati per i romanzi popolari scritti per case editrici che pubblicavano generi di tutti i tipi, dalle storie rose, ai racconti d'avventura e di cowboy, dalle narrazione drammatiche e strappalacrime alle operette licenziose, ma anche qualche giallo. In quel periodo Simenon scriveva di tutto, aveva rapporti con decine di case editirici e sfornava un romanzetto  nel giro di tre giorni. A volta lavorava contemporaneamente a due o tre racconti diversi dettando insieme a tre dattilografe diverse tre storie del tutto differenti. E' il periodo della "letteratura alimentare" come la chiamò lui stesso, quella che gli serviva per mangiare e per sopravvivere. Ma era anche un periodo di apprendistato che Simenon sapeva bene essere indispensabile per diventare da un scrittore alle prime armi,quale lui era allora, un "romanziere", come lui sognava.
Gli pseudonimi erano parecchi, qui ne riportiamo una ventina (ma forse non sono nemmeno tutti):
Georges Sim, Georges Simm, Jean du Perry, Georges Martin, Gom Gut, Vieux Suiveur Georges d'Isly, Christian Brulls, Luc Dorsan, Gaston Vialis, G. Vialo, Jean D'Orsage, G. Violis, J.K Cherles, Germain d'Antibes, Jean Dossage, Jacques Dersonne.

Nessun commento: