domenica 21 novembre 2010

SIMENON E L'INCONTRO CON DENYSE, CHE DIVERRA' LA SUA SECONDA MOGLIE


Esattamente 65 anni fa', il 4 ottobre 1945, Simenon installatosi a New York, sta procedendo senza successo alla selezione di una serie di candidate per il posto di sua segretaria personale. Allora Denyse Ouimet segretaria amante e poi moglie di Simenonchiede aiuto ad un suo amico, un giornalista canadese. Questi nel
 

pomeriggio gli fa telefonare da una certa Denyse Ouimet. Simenon le dà appuntamento in un ristorante in Central Park per colazione. La Ouimet si presenta bene. Giovane (25 anni), di buona famiglia (cattolica, della buona borghesia di Ottawa, frequentatrice dell'alta società), preparatissma (bilingue, con esperienza di lavoro presso il servizio d'informazione britannico a Philadephia), e con un fascino discreto, ma molto coivolgente, androgina, ma sensuale. Simenon, che non credeva ai colpi di fulmine, rimase invece abbagliato dalla personalità, dal fisico e dal modo di fare di madame Ouimet. Dopo la colazione si rividero nel pomeriggio ad un cocktail bar e prima di sera erano già a letto insieme. La loro storia continuò con Denyse a casa Simenon come segretaria personale, ma più spesso con lui tra le lenzuola. Tigy la moglie non sapeva o almeno fece finta di non sapere fino al 1950, quando chiese e ottenne il divorzio. Simenon e Denyse si sposarono a Reno (Nevada). Va ricordato, che come succede in moltissimi suoi romanzi, l'incontro con Denyse a New York venne descritto (con gli immancabili filtri letterari) in uno dei più bei libri dello scrittore  "Tre camere a Manatthan" (1947), da cui nel '65 il regista Marcel Carné trasse un film dall'omonimo titolo, interpretato da Annie Girardot (che vinse il premio come migliore protagonista al Festival del Cinema di Venezia).
Il romanzo "Tre camere a Manatthan", scritto nel 1947
La locandina del film di Marcel carné (1965)
Algida, androgina e sensuale, la minuta canadese cui Simenon non seppe resistere

Nessun commento: