venerdì 1 marzo 2019

SIMENON SIMENON. LOUISE MOGLIE-MAMMA DI JULES, MA DEL COMMISSARIO?

M.me Maigret si comporta diversamente quando si relaziona al proprio marito o al commissario?

SIMENON SIMENON. LOUISE, EPOUSE-MERE DE JULES... ET DU COMMISSAIRE?
Mme Maigret se comporte-t-elle de façon différente selon qu'elle est face à son mari ou face au commissaire ?
SIMENON SIMENON. LOUISE, THE WIFE-MOTHER OF JULES… AND THE CHIEF INSPECTOR?
Does Madame Maigret behave differently depending on whether she is facing her husband or the Chief Inspector?





Tra moglie merito non mettere il dito. Noi invece in questo post cercheremo di intrufolarci tra Jules e Louise, ma anche tra M.me Maigret e il commissario. Privato e pubblico di due protagonisti della serie poliziesca di Simenon.
Già... perché infatti partiamo dall'ipotesi che tra marito e moglie e tra il funzionario di polizia e la sua coniuge i rapporti potessero non essere gli stessi. 
E qui si palesa tutta l'abilità di Simenon di conferire alla coppia una vita normale, piccolo-borghese, come tanti altri (e come qualche volte avrebbe voluto per lui stesso), ma anche un menage che, con un commissario capo della brigata omicidi di Parigi, non poteva essere poi tanto normale. Lui con gli improvvisi appelli da Quai des Orfèvres anche di notte. Lei, pur sempre premurosa e pronta a prendersi cura del marito, sapeva però quando farsi da parte per non intralciarne le emergenze. E poi le nottate ad aspettare che tornasse, le cene preparate e saltate all'ultimo momento, le valige che andavano preparate in fretta e furia per le sue partenze improvvise.
Dal canto suo il commissario quando il lavoro chiama, e spesso con urgenza, non sembra dare più molto peso a ciò che Louise fa per lui e alle sue raccomandazioni. Ma in realtà una delle forze di Maigret è sapere che a casa c'è qualcuno su cui fare affidamento e talvolta addirittura sua complice, quando capita di poterlo concretamente aiutare nelle sue indagini.
La loro quotidianità alterna momenti di tran-tran regolare, a periodi in cui non ci sono orari e spesso si scambia la notte per il giorno. Questo procedere un po' a singhiozzo non crea problemi alla coppia che, nonostante l'età e gli anni di matrimonio, è molto unita.
Anche perché se torniamo al rapporto Jules-Louise, non possiamo non notare che spesso lei assume un atteggiamento materno, che qualche volta lo fa brontolare, ma  che sotto sotto lo rende felice come un fanciullo...E infatti le coccole di Louise tirano fuori il bambinone che c'é in Jules che, specialmente quando é un po' malato, manifesta il... peggio di sé, cercando di bluffare fingendo l'aumento dei propri malanni, tanto per godersi il massimo delle coccole della moglie...
Moglie che per quanto casalinga e per quanto dedita al marito (soprattutto per quel che riguarda il fornelli) non esita ad aiutarlo, anche sul campo, quando serve, è lei che guida l'autovettura che hanno acquistato soprattutto per raggiungere la loro casetta di campagna a Meung-sur-Loire. Insomma se non possiamo dire che nella coppia sia Louise a portare i pantaloni, ma sicuramente ha un ruolo molto più preminente di quello che potrebbe apparire a prima vista.
Per quanto cerchi di ignorarlo, Maigret in quanto Commissionario Divisionale della Brigata Omicidi è un personaggio pubblico, appare spesso sui quotidiani parigini, la sua fama e il suo grado spesso gli procurano inviti a serate di gala istituzionali, ad eventi mondani e a cerimonie, dove la consorte è ovviamente invitata. Ma questa dimensione mondana non si concretizza mai, per il semplice fatto che Maigret non sopporta queste cose e rifiuta gli inviti, figuriamoci, quando viene coinvolta anche Louise... la quale invece magari qualche desiderio ce lo avrebbe pure, ma conoscendo perfettamente il marito non fa mai cenno a questi impegni sociali.  
Ma allora, Jules e Louise tra loro si comportano diversamente dal commissario e consorte?
La risposta è nel canone narrativo creato da Simenon che gioca le due situazioni, per dare maggiore profondità al rapporto tra i due, per scoprire meglio le loro psicologie e per proporre una coppia, a chi sta leggendo in poltrona o a letto con accanto la propria moglie o il proprio marito, in cui potersi indentificare. (m.t.) 

Nessun commento: