mercoledì 21 marzo 2018

SIMENON SIMENON. LA NASCITA DI MAIGRET E LE BUGIE DI SIMENON

Come e perché il romanziere insisteva ad accreditare una genesi non vera del proprio eroe ?

SIMENON SIMENON. LA NAISSANCE DE MAIGRET ET LES MENSONGES DE SIMENON
Comment et pourquoi le romancier tenait tant à accréditer une genèse non véridique pour son héros ?
SIMENON SIMENON. MAIGRET’S BIRTH AND SIMENON’S LIES
How and why did the novelist stick so much to crediting an untrue genesis for his hero?



Delfzijl. E' l'impronunciabile (almeno per noi italiani) nome di questa cittadina dell'Olanda settentrionale, sul fiume Ems, con un porto abbastanza importante, molti canali e molti mulini a vento. La cittadina è una tappa fondamentale per l'epopea simenoniana e più precisamente maigrettiana. Ci sono due date relative a questa cittadina che non possono essere ignorate: settembre del 1929 e settembre del 1966. 
La prima ci riporta al racconto che Simenon ha fatto innumerevoli volte, accreditando la storia secondo la quale mentre navigava tra i canali olandesi, il suo Ostrogoth ebbe dei problemi e quindi dovette fermarsi al porto di Delfzijl. Lui, la moglie Tigy e Boule, la giovanissima femme de chambre che si tiravano dietro ovunque. Qui, dovendo attendere qualche giorno, si accamparono su un canale, dove tra casse, macchina da scrivere, bottiglie di vino, e grandi pipate, iniziò, racconta sempre Simenon, a nascere  il personaggio del commissario Maigret. Anzi, in un bar dove andava a bere qualcosa (lì sul canale, l'umido entrava nelle ossa e bisognava pur difendersi...), un pomeriggio tra i fumi dell'alcol e lo sbattere delle palpebre da stanchezza post-prandiale, lo scrittore ci assicura che vide passare dietro le tende delle finestre l'ombra di una figura massiccia, con un imponenza che si notava subito. Quella visione arrivò al momento giusto e contribuì a dare corpo, in tutti i sensi, al commissario la cui figura non era ancora ben definita, ma che da quella visione assunse contorni sempre più precisi. 
E' la nascita di Maigret. O no?
Certo questa è la storia che Simenon si (divertiva?) a ripetere a sé e agli altri in vari periodi della sua vita. Ma mentiva sapendo di mentire.
Maigret come molti, se non tutti, sanno, era già presente in diversi romanzi scritti ancora sotto pseudomino, Georges Sim. E vi appare non solo Maigret, magari ancora non commissario, ma solo ispettore, non ancora perfettamente delineato,  ma anche i suoi commissari, il giudice Comelieu. Certo le tessere del puzzle non sono ancora tutte al loro posto, ma ci sono tutte e sono le stesse che comporranno non solo Maigret, ma i suoi ispettori, l'antipatico giudice, Quai des Orfèvres, M.me Maigret, etc...
Il primo a scriverne fu Lacassin, che in La vera nascita di Maigret contava addirittura  diciotto Maigret, precedenti alla serie ufficiale.
Adesso, a parte gli studiosi che hanno accesso a fonti che non tutti possono consultare, ma quei diciotto titoli sono stati stampati, venduti e sono andati in circolazione, sotto gli occhi di qualsiasi lettore. 
Allora come faceva Simenon a raccontare un'altra nascita del commissario e soprattutto perché?
Ce lo siamo chiesti più volte e ci siamo anche chiesti perché la stampa e la pubblicistica abbiano accreditato questa versione fasulla. Simenon era un affabulatore e questa storia, che qualcuno definisce romantica, dà un qualcosa in più alla creazione del personaggio che non le ripetute prove (perché a nostro avviso proprio di questo si tratta)  culminate con La casa dell'inquietudine, dove ormai Maigret è definito, con tutte le sue cose, pipa, chapeau melon, collo di velluto del pesante cappotto, la stufa di ghisa nel suo ufficio a Quai des Orfèvres.... insomma perché negare?
A qualcuno, che ebbe l'ardire di chiederglielo, Simenon se la cavò rispondendo che "...è incompiuto... non è lo stesso, anche se non è del tutto un altro...". 
Un po' deboluccia come spiegazione. E allora si fa largo in noi un dubbio, che una volta fatto il salto dalla "letturatura alimentare" a quella di genre e poi ai romans durs, Simenon, istintivamente o meno, cercava di buttarsi dietro le spalle quella pur corposa produzione ante-Maigret. Tutto quello che veniva prima era narrativa su ordinazione, un tanto al chilo... o meglio a righe, ma non faceva gran differenza. Tutta roba che lui scriveva, commissionata per questo o quel tipo di lettore, ma di cui forse un po' si vergognava. Tanto è vero che non la firmava mai con il suo vero nome. 
"Georges Simenon" uscì solo sulla copertina del primo Maigret. Prima c'erano stati una ventina di pseudonimi che confondevano le acque. Certo Georges Sim era quello utilizzato per le opere più decorose (a suo dire), ma comunque il debutto di Maigret era uno spartiacque per lui forse più importante di quanto si possa credere. 
Ed é da quel punto in poi che lui vuol essere conosciuto e ricordato.
Sul passato deve cadere una spessa coltre d'oblio, che va a coprire anche i proto-Maigret. E allora la storia di Delfzijl calza a pennello. 
A proposito mi sono scordato di parlare di quella seconda data per cui questa cittadina è famosa tra i maigrettiani. Il 3 settembre 1966, in occasione della inaugurazione di una statua che raffigurava Maigret, si riunirono insieme a Simenon, tutti gli attori che avevano indossato i panni del suo celebre commissario in tv. Fu una sorta di ufficializzazione: la statua di Maigret nel luogo in cui il suo autore racconta di averlo fatto nascere e a contorno la tangibile riprova del suo successo: dalle pagine dei libri, agli schermi cinematografici a quelli televisivi, con delle serie che, ancora oggi, vengono prodotte. Ci ritroveremo ancora a Delfzijl? (m.t.)

Link     

• SIMENON. MAIGRET PRIMA DI MAIGRET… A MARSIGLIA
http://www.simenon-simenon.com/2011/09/simenon-maigret-prima-di-maigret.html

• SIMENON, MAIGRET... DAL PRIMO ALL'ULTIMO
http://www.simenon-simenon.com/2013/03/simenon-maigret-dal-primo-allultimo.html


• SIMENON. QUESTO COMMISSARIO NON E' INTELLIGENTE
http://www.simenon-simenon.com/2011/11/simenon-questo-commissario-non-e.html

• NASCE MAIGRET. LA VERSIONE DI GEORGES 
http://www.simenon-simenon.com/2011/03/nasce-maigret-la-versione-di-georges.html


• NASCE MAIGRET. COME E' ANDATA DAVVERO 
http://www.simenon-simenon.com/2011/03/nasce-maigret-come-e-andata-davvero.html

Nessun commento: